Suicidio della studentessa, i genitori condannati per maltrattamenti

FORLI’. Condannati i genitori di Rosita Raffoni, la 16enne che il 17 giugno 2014 si uccise lanciandosi dal tetto del Liceo Classico “Morgagni” di Forlì. La Corte d’Assise si è pronunciata poco dopo le 18 nei confronti del padre Roberto Raffoni e della madre Rosita Cenni, condannandoli a 3 anni e 4 mesi per maltrattamenti, mentre ha assolto l’uomo dall’accusa di istigazione al suicidio perché il fatto non costituisce reato. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui