FORLÌ. Il Comune ha firmato i primi due Patti di collaborazione con volontari di quartieri cittadini per opere di pubblica utilità riguardanti i beni comuni. In particolare il coordinatore del comitato quartiere Romiti, Maurizio Naldi, ha stipulato l’accordo per la pulizia e la manutenzione di 12 pozzetti nell’area del parcheggio adiacente al palazzetto dello sport di via Sapinia, mentre Federico Fantuzzi, coordinatore del quartiere Carpena, ha firmato la collaborazione per la pulizia e il ripristino del monumento ai Caduti della zona forlivese. I volontari saranno all’opera gratuitamente, mentre il Comune rimborserà il materiale e gli attrezzi che verranno utilizzati per le opere.

Il comitato del quartiere Romiti per primo e, dopo 24 ore, quello di Carpena, hanno fatto da apripista a un progetto già attivo in grandi città come Bologna e Torino e che ora trova riscontro anche a Forlì, su spinta dell’assessore Raoul Mosconi, con delega anche ai quartieri, grazie alla volontà dei cittadini di svolgere quelle piccole attività che il Comune non riesce a svolgere con continuità, come ad esempio sistemazione dei parchi, taglio delle erbacce, pulizia di monumenti e pozzetti, che servono a rendono più accoglienze e pulito il territorio. Per questo la speranza è che presto altri quartieri si accordino con l’Amministrazione e che altre attività possano essere incluse in Patti di collaborazione. «Speriamo di essere di stimolo per altri quartieri – conferma Naldi – perchè sappiamo esserci tanti cittadini attivi che possono dare una mano».

Il Comune di Forlì ha approvato con delibera del 31 ottobre 2017, il regolamento sulla collaborazione tra cittadini e Amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani. Tra Comune e quartieri il Patto deve sancire dettagliate attività che saranno svolte in un determinato periodo di tempo, ad esempio un anno.

Argomenti:

comune

Forlì

quartieri

Romiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *