Studentessa suicida, chiesta la condanna dei genitori

FORLI’. Il pubblico ministero Sara Posa ha chiesto la condanna dei genitori di Rosita Raffoni, la 16enne morta suicida nel giugno 2014 lanciandosi dal tetto del Liceo Classico. Questa mattina, al termine delle tre ore di requisitoria, il magistrato ha proposto sei anni di carcere per il padre, Roberto Raffoni, e due anni e 6 mesi per la madre Rosita Cenni, accusati di maltrattamenti e (solo il padre) di istigazione al suicidio. Letti alcuni passaggi delle lettere lasciate dalla studentessa sul tetto della scuola e mostrato una parte del video registrato prima di gettarsi nel vuoto, contenente precise accuse ai genitori.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui