Piene da record per i fiumi Montone e Ronco, transitati 220 milioni di metri cubi d’acqua

FORLI’. Un volume d’acqua equivalente a 9 volte quanto può contenere la diga di Ridracoli, pari a circa 220 milioni di metri cubi, è transitato dal 3 al 13 marzo scorsi lungo gli alvei dei fiumi Ronco e Montone, frutto dell’innalzamento delle temperature e del conseguente scioglimento delle nevi che si è aggiunto alle piogge. A ricordarlo è una nota del Servizio Area Romagna dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile. Per oltre 10 giorni, poi, i fiumi hanno raggiunto  livelli medi compresi fra i 3 e i 4 metri di altezza, con punte ripetute superiori a 6 metri. E’ in corso la stima dei danni ma in compenso, dopo un lungo periodo di siccità, la casse di espansione delle piene realizzate dal Servizio Area Romagna nelle vasche ex Sfir di Forlimpopoli sono tornate una splendida zona umida ricca di fauna, dove tante specie di volatili sono tornate per nidificare.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui