Segavecchia, niente sfilata dei carri

FORLIMPOPOLI. Niente Segavecchia quest’anno. La sfilata dei carri allegorici capitanati dalla vecchietta forlimpopolese, affettivamente segata a metà, ma sempre viva nella matrice identitaria cittadina, quest’anno viene sospesa. Gli occhi dei bambini non brilleranno meravigliati per i colori e i personaggi che dominano dall’alto dei carri allegorici, i giovani non vibreranno sul tappeto della musica, caotica, ma amica e il mondo degli adulti non si ritroverà a far quattro chiacchiere primaverili in distensione. Tutto questo perché la signora Segavecchia, per tramite del sindaco Mauro Grandini e di Mirco Campri, presidente dell’Ente Folcloristico e Culturale Forlimpopolese, ha dichiarato di essersi trovata “fortemente in imbarazzo nel comprendere le tante sfaccettature ed interpretazioni delle norme che riguardano la sicurezza o le procedure per il pubblico spettacolo. Non può essere che tecnici e professionisti esperti abbiano loro stessi dubbi sui confini applicativi delle norme. La sensazione vissuta è che loro stessi cerchino di ottenere il miglior risultato al minor costo, consci di dover applicare il buon senso per quadrare una giungla inestricabile”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui