«Così le nostre imprese crescono grazie alla Silicon valley»

Sab 16 Marzo 2019 | Redazione Web


BOLOGNA. Andare in Silicon Valley per realizzare una vera e propria esperienza sul campo, là dove si concentra il maggior numero di opportunità e conoscenze nei settori più avanzati e innovativi. Poi ritornare in Emilia-Romagna per far crescere e rafforzare la propria impresa. Proprio per questo, dopo le esperienze positive degli anni scorsi nell’area californiana, la Regione mette a disposizione fondi per 150 mila euro complessivi per erogare i servizi gratuiti alle imprese ammesse ai programmi e, in collaborazione con Aster, lancia due nuovi bandi per supportare le imprese nelle attività di internazionalizzazione e ricerca di investitori e partner.

«La Regione è l’unica realtà italiana che da tempo ha un presidio permanente in California, a disposizione di imprese e startup emiliano-romagnole. La Silicon Valley - afferma l’assessore alle Attività produttive, Palma Costi - è il centro nevralgico dell’ecosistema mondiale di startup e innovazione dove si concentrano risorse per investimenti, ricerca, partner strategici e contatti commerciali globali, ambiente nel quale le nostre startup e imprese possono rafforzarsi e crescere per sviluppare poi in Emilia-Romagna con ancora maggiori prospettive le proprie imprese e ampliare il business. A oggi sono una settantina le realtà che grazie alla Regione sono andate in Silicon Valley: la maggior parte hanno sfruttato positivamente l’esperienza».

I bandi 2019 in dettagli

Il primo bando (Business match program), dedicato a 8 piccole e medie imprese (Pmi) tecnologiche emiliano-romagnole, offre la possibilità di partecipare a un percorso di business match in Silicon Valley dal 18 al 22 novembre 2019. Le domande per partecipare debbono essere presentate entro il 9 maggio 2019. L’obiettivo è far incontrare le imprese con potenziali partner o buyers in Silicon Valley. Il programma, che si avvale del supporto di un partner americano, prevede diverse fasi operative: dalla formazione specifica fino a momenti dedicati alle strategie di mercato, dalla partecipazione a eventi con investitori fino a incontri con possibili partner. Al termine del programma e per i mesi successivi, le imprese beneficiarie verranno supportate nelle attività della missione. Il bando è aperto a imprese dei settori: Automotive technologies, Building & construction, Data security, Data storage, Energy, Enterprise software, Fintech (financial technologies), Food, Nutritional sciences, AgTech (agricultural technologies), Industry 4.0 e Health & medicine.

Il secondo bando (Incoming program) è un percorso dedicato a un massimo di 30 piccole e medie imprese emiliano-romagnole con lo scopo di far loro incontrare un pool di 10 investitori provenienti dalla Silicon Valley, per presentare aziende e prodotti durante l’edizione 2019 di Research to Business in programma il 6 e 7 giugno a Bologna. Le domande per partecipare devono essere presentate entro il 15 aprile 2019.

Condividi su Facebook    Condividi su WhatsApp

,

,

,

Scrivi un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *