Sergio Cusani a Ravenna come relatore a incontro sul lavoro

RAVENNA. Si parlerà del mondo del lavoro a tutto tondo, partendo da una panoramica sulla situazione odierna e sulle novità che il Governo vorrebbe introdurre – come il Reddito di cittadinanza –, fino ad arrivare ai percorsi di inserimento e ai progetti di volontariato. È questa la tematica che l’associazione romagnola AssoRaRo ha scelto per il suo prossimo incontro, fissato per la serata del 31 gennaio, alle 20.30 alla sala Buzzi. A entrare nel cuore dell’argomento ci sarà anche un ospite d’eccezione, un uomo legatissimo a Ravenna e soprattutto ai suoi anni d’oro, quelli del Gruppo Ferruzzi. Si tratta di Sergio Cusani, il consulente finanziario milanese il cui nome è legato ad alcuni degli eventi più noti dell’ultimo trentennio italiano.

Uomo di Serafino Ferruzzi, Cusani ha vissuto in prima persona tutte e tre le diverse epoche della ravennate Ferruzzi. Prima al fianco del suo fondatore, poi con Raul Gardini, fino ad arrivare all’ultima gestione targata Carlo Sama. Un uomo schivo, che raramente nella sua vita si è concesso a interviste o incontri pubblici, ma senza dubbio un protagonista del panorama ravennate e italiano soprattutto agli inizi degli anni ’90.

La maggior parte delle persone oggi lo ricorda in quanto il suo nome è legato a stretto filo con l’inchiesta su Tangentopoli. Il Processo Enimont o “Processo Cusani” come venne poi ribattezzato, fu infatti uno dei dibattimenti penali più seguiti d’Italia, con tutti i più grandi e noti politici di allora che uno dopo l’altro vennero interrogati in aula dal pm Antonio Di Pietro. Tra i protagonisti della vicenda Enimont è quello che ha scontato la condanna più pesante, quattro anni di reclusione (oltre alla restituzione di 34 miliardi di vecchie lire).

La rinascita

Gli anni trascorsi in carcere sembrerebbero aver profondamente trasformato Cusani, che subito dopo la sua uscita ha infatti deciso di dare avvio a un percorso di recupero per ex detenuti, realizzando l’associazione di volontariato Liberi che si è occupata nel tempo proprio del reinserimento nel mondo del lavoro di chi è stato in carcere. Proprio di questo parlerà dunque Cusani nel corso dell’incontro alla Sala Buzzi.

Al suo fianco, interverranno altri due ospiti autorevoli. Si tratta di Federico Martelloni, docente di diritto del lavoro al Dipartimento di scienze giuridiche dell’Università di Bologna, autore di numerose pubblicazioni e relatore in seminari di approfondimento in Francia ed in Spagna, e di Andrea Panzavolta dell’Agenzia regionale del lavoro dirigente degli ambiti territoriali di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini operante nella Provincia di Ravenna e referente per i tre centri per l’impiego romagnoli. Loro parleranno nello specifico su come funzionano i centri per l’impiego, sulla disoccupazione giovanile in Romagna e sulle proposte di legge avanzate dall’esecutivo Giallo Verde. A moderare l’incontro sarà il presidente di AssoRaRo, l’ex consigliere comunale Paolo Guerra. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui