Le coop romagnole al primo congresso di Culturmedia

Ben 60 milioni di euro di produzione, 14mila soci e 850 occupati nelle province di Ravenna, Rimini e Forlì-Cesena: sono questi i numeri delle imprese associate a Legacoop Romagna chiamate a partecipare al primo congresso nazionale di CulTurMedia, il nuovo settore che riunisce le cooperative culturali, del turismo, della comunicazione e dei media. Nell’elenco realtà di produzione e gestione teatrale, case editrici, agenzie di comunicazione, tour operator, bagnini, organizzatori di eventi e studi di giornalisti associati: il settore è suddiviso in oltre 40 realtà specializzate nei rispettivi campi di intervento, un’altra a decina che operano “in prima casa” in settori contigui ma svolgono significative attività culturali e una cinquantina di cooperative ricreative e case del popolo.

Lunedì 14 gennaio 2019 al Tecnopolo di Reggio Emilia si svolgerà l’Assemblea Congressuale dell’Emilia-Romagna (inizio ore 9,30). Al termine dei lavori saranno eletti i delegati al Congresso Nazionale di CulTurMedia del 7 e 8 febbraio a Genova e il nuovo Comitato Regionale di settore CulTurMedia.

Durante il dibattito sono previsti, oltre agli interventi dei delegati e delle autorità, brevi interventi di presentazione di alcune buone pratiche di cui la cooperazione è portatrice in Emilia Romagna e a livello nazionale. Tra queste “la nuova frontiera del pluralismo: il ruolo delle cooperative di giornalisti”, a cura di Luca Pavarotti, presidente della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che edita il Corriere Romagna e “il contributo della cooperazione all’innovazione per lo  sviluppo turistico della regione” di Massimo Gottifredi, presidente cooperativa Atlantide.

Interverranno, tra gli altri, il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, l’assessoree regionale alla cultura e alla legalità, Massimo Mezzetti, il presidente di Legacoop Emilia Romagna, Giovanni Monti, il presidente di Legacoop Emilia Ovest, Andrea Volta, il presidente nazionale CulTurMedia, Roberto Calari.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui