Succhi di frutta, nel Ravennate la fabbrica più veloce d’Europa

COTIGNOLA. La storia dei succhi di frutta, a livello italiano, passa senza dubbio da Barbiano di Cotignola. A metà degli anni ’60 un gruppo di cooperative ortofrutticole (Paf, Copra, Solar) costituisce il Consorzio Calpo (Cooperative Associate Lavorazione Prodotti Ortofrutticoli), il quale, a sua volta, nel 1972 con l’acquisizione di Valfrutta, si dota della struttura industriale che consente di trasformare direttamente la frutta delle cooperative socie e fornisce la spinta propulsiva allo sviluppo dei canali commerciali italiani ed esteri. L’acquisizione della società privata Valfrutta, con due stabilimenti a Cotignola e a Barbiano, rappresenta un momento particolarmente significativo. Le allora principali cooperative frutticole dell’area ravennate realizzarono una integrazione verticale senza precedenti, che partiva dall’azienda agricola del socio ed arrivava fino al mercato dei prodotti finiti a base di frutta: nettari, frutta allo sciroppo, confetture.

Da allora il mercato è cresciuto così tanto che il gruppo, diventato poi Conserve Italia, detiene le maggiori quote di mercato a livello nazionale e, per il segmento Horeca (Hotel, ristorazione e catering), bar compresi, supera il 40%.

I numeri

«Con oltre 150 milioni di litri di nettari e succhi realizzati in un anno – spiega il direttore di stabilimento Francesco Bassi – ricavati da 45.000 tonnellate di frutta fresca conferita dai soci del territorio, siamo una delle maggiori realtà nazionali. Ogni anno escono dalle linee dei nostri stabilimenti 413 milioni di bottiglie in vetro, pet e brick di varie dimensioni, e con diverse tipologie e mix di succhi e nettari».

Lo stabilimento di Barbiano ha un’organizzazione più sincronizzata di un orologio svizzero. E non potrebbe essere diversamente dato che è esteso su una superficie di quasi 300mila metri quadrati, di cui 66.000 coperti; qui sono occupati 240 dipendenti tra stagionali e fissi (il 52% è donna e il 92% degli occupati è residente in provincia di Ravenna), con altre 30 persone coinvolte stabilmente nei servizi di logistica, re-packaging e manutenzione. Nel complesso, si parla di un impatto notevole per il territorio: oltre 12 milioni di euro di volume economico generato tra dipendenti e indotto.

I marchi

Dalla provincia di Ravenna arrivano in tutta Italia succhi e nettari con diversi marchi, ma tutti facenti capo a Conserve Italia: Valfrutta, Yoga, Derby Blue e Jolly Colombani. Nei mesi scorsi è stato anche celebrato un doppio anniversario: i 70 anni del marchio Derby Blue e i 20 anni della bottiglietta blu da 200 ml.

Quella di Barbiano è una fabbrica dotata di un elevato livello di automazione e qui è presente la linea produttiva considerata la più veloce d’Europa, che lavora alla velocità di 100.000 bottiglie all’ora i succhi da 125 ml in vetro con tappo a corona.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui