RAVENNA. Oggi pomeriggio alle 17, alle Artificerie in via dell’Almagià, la cooperativa sociale San Vitale, impegnata da anni nella promozione della qualità di vita delle persone, presenterà il proprio bilancio sociale. «Il documento che illustreremo propone una panoramica dei progetti, delle competenze e delle opportunità messe in campo dalla cooperativa in favore di coloro che si trovano in condizione di svantaggio nella nostra comunità – sottolinea la presidente Romina Maresi –. Inoltre contiene anche un approfondimento dedicato alla valutazione dell’impatto sociale in ambito psichiatrico, ovvero un’analisi di come le nostre azioni e i nostri percorsi strutturati abbiano influito positivamente sulle condizioni di vita e di relazione delle persone con problemi di salute mentale e le loro famiglie, coinvolte nei nostri progetti di inserimento lavorativo». L’anno scorso San Vitale ha dato lavoro a 75 lavoratori svantaggiati (41 maschi e 43 femmine) di tutte le fasce d’età, inserendo 69 di queste in percorsi di formazione mirati.

All’incontro prenderanno parte autorità dei Comuni di Ravenna e Lugo, la direttrice del Distretto Roberta Mazzoni, quella del Centro di salute mentale Antonella Mastrocola, Mario Mazzotti direttore di Legacoop Romagna, e vari esponenti del Terzo Settore. Nell’occasione sarà presentato un progetto di ricerca che coinvolgerà per i prossimi due anni la stessa cooperativa, il Dipartimento di Scienze economiche dell’Università di Bologna e lo stesso Dsm, finalizzato alla costruzione di un partenariato per l’innovazione che migliori le opportunità di inclusione sociale e lavorativa per le persone con problemi di salute mentale.

Argomenti:

bilancio

cooperativa

ravenna

san vitale

sociale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *