Alta formazione cooperativa: a Fico la consegna dei 16 diplomi

BOLOGNA. Sedici cooperatori romagnoli che hanno conseguito l’attestato del Mic, il corso di alta formazione cooperativa di cui si è conclusa in questi giorni la 12ª edizione con l’evento finale ospitato a Fico Eataly World a Bologna durante il quale gli allievi hanno presentato gli elaborati con i quali hanno messo alla prova ciò che hanno appreso. A condurre la giornata è stato il popolare Patrizio Roversi. Nel dettaglio l’attestato al termine dell’intenso periodo di apprendimento è andato a: Laura Bedeschi e Antonio Rossi (Apros), Massimo Caranti e Carminiano Cicillo (Assicoop Romagna Futura), Riccardo Nardelli e Marco Ferraresi (Deco Industrie), Roberto Bianchi (Fruttagel), Lorenzo De Benedictis e Valeria Casadei (Legacoop Romagna), Davide Nati (Sopred), Monica Amadori, Riccardo Castaldi, Linda Faggioli e Tamara Nonni (Le Romagnole), Cristian Tamagnini e Gabriella Maggioli (cooperativa Cento Fiori Rimini).

Respiro regionale

Quest’anno l’aula era composta da 28 allievi di diverse realtà cooperative della regione. Dall’area Emilia Ovest (Piacenza, Parma e Reggio Emilia): Abi-coop, Cila, Cir Food, Coopservice, Gester, Greslab, Panificio Cooperativo, Tecton. Dall’area estense (Modena e Ferrara): Abitcoop, Coop Bilanciai, Cfp, Cmb Carpi. Dall’area Romagna: Apros, Assicoop Romagna Futura, Cento Fiori, Deco Industrie, Fruttagel, Legacoop Romagna, Le Romagnole, Sopred.

Al termine della cerimonia si è svolta una tavola rotonda sul tema “Cooperazione tra testa e cuore”, in cui Giovanni Monti (presidente Legacoop Emilia Romagna), Andrea Volta (presidente Legacoop Emilia Ovest), Mario Mazzotti (direttore generale Legacoop Romagna), Mauro Gori (presidente CPL Concordia) hanno evidenziato come il successo cooperativo dipenda da un insieme di fattori che tengono indissolubilmente legati tra loro valori, competenze e competitività.

Esperienza in crescendo

I numeri del Mic – organizzato da Quadir, scuola di alta formazione di Legacoop – sono in continuo aumento: oltre 300 corsisti (tra manager, quadri, dirigenti, consiglieri di amministrazione, responsabili d’area) provenienti da circa 150 cooperative hanno seguito negli anni il percorso multidisciplinare di 168 ore suddivise in 21 giornate tematiche di 8 ore ciascuna. Le lezioni sono tenute da docenti universitari dei maggiori atenei nazionali ed esperti delle varie discipline prese in esame: economia e scenari economici, impresa cooperativa, governance, bilancio e finanza, sviluppo individuale e gestione delle risorse umane, marketing e comunicazione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui