Coopstartup, premiati i giovani e le loro migliori idee d’impresa

RIMINI. La prima edizione di Coopstartup, l’iniziativa di Legacoop Romagna, Coopfond, Coop Alleanza 3.0 e Legacoop Emilia-Romagna per sostenere la nascita di nuove imprese cooperative, ha centrato il suo obiettivo: 18 tra ragazzi e ragazze sono pronti a tuffarsi nell’avventura di una impresa cooperativa.

Grande soddisfazione

Nei giorni scorsi, durante la cerimonia di premiazione delle idee imprenditoriali che si sono aggiudicate il concorso – ospitata al centro congressi Sgr di Rimini – ad abbracciare idealmente i giovani è stato Guglielmo Russo, presidente Legacoop Romagna, che ne sottolinea lo spirito. «La nostra associazione ha creduto a questo progetto fin dall’inizio – rimarca Russo –perché crediamo nella cifra dell’innovazione, che è un’esigenza imprenditoriale che permette alle nostre cooperative di essere protagoniste nei nuovi settori. E poi Coopstartup è stata anche un modo nuovo di declinare la promozione del modello cooperativo: in un certo senso siamo tornati all’antico, rifacendoci al motivo per cui la cooperazione è nata cioè garantire lavoro serio e qualificato».

I riconoscimenti

A ognuna delle nuove cooperative – come era contemplato dal bando – sono stati consegnati 12mila euro stanziati dai promotori. La somma potrà essere utilizzata sotto forma di fondi e servizi di supporto all’avviamento, un percorso di formazione intensivo e gratuito e l’accompagnamento nella fase successiva alla nascita dell’impresa. Gli assegni sono stati consegnati ai giovani vincitori direttamente dal vicepresidente di Coop Alleanza 3.0, Elio Gasperoni; dal presidente Legacoop Romagna, Guglielmo Russo e dal direttore generale Mario Mazzotti; dal direttore promozione di Coopfond, Alfredo Morabito e dalla responsabile internazionalizzazione di Legacoop Emilia-Romagna, Roberta Trovarelli.

Scelta strategica

«Per Legacoop Romagna è un progetto molto importante – ha commentato Mazzotti – perché ci permette di far crescere nuove cooperative. Abbiamo scelto di raccontare ai partecipanti anche le difficoltà e non il fascino di un’idea che diventa impresa».

I vincitori hanno potuto presentare ai membri della direzione di Legacoop Romagna quali sono gli obiettivi della loro idea imprenditoriale e i mercati di riferimento. Alfredo Morabito di Coopfond ha spiegato che «se questo progetto è stato possibile è perché tutte le cooperative lo hanno sostenuto, versando una quota degli utili al fondo mutualistico».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui