RAVENNA. La coop Atlantide ha accolto sul territorio ravennate due delegazioni dalla Bulgaria, composte da esponenti del mondo della ricerca e dell’informazione, interessati a conoscere diversi aspetti della “green economy”: efficienza energetica, gestione dei rifiuti, sostenibilità ambientale, protezione dell’ambiente, e anche come questi temi sono comunicati dalle aziende locali utilizzando strumenti informatici o riconducibili a web e piattaforme internet. I progetti bulgari rientrano in un programma internazionale. Oltre ad Atlantide sono state coinvolte: Romagna Acque, Clara Spa, Tampieri Group di Faenza e l’agenzia di comunicazione Tuttifrutti di Ravenna. La prima delegazione bulgara era formata dai dirigenti dell’azienda Ecobulpack specializzata nella raccolta e gestione dei rifiuti, e il loro progetto prevedeva una visita studio finalizzata al trasferimento di approcci innovativi per la creazione di un sistema di apprendimento permanente attraverso la cooperazione transnazionale e la presentazione degli strumenti esistenti per aumentare le conoscenze e competenze specifiche. La seconda è formata da dirigenti di Eventzone, azienda che si occupa di campagne di informazione, organizzazione di eventi, pubbliche relazioni, giornalismo e consulenza nel campo dell’economia verde. Atlantide si conferma così il riferimento per la divulgazione delle buone pratiche di educazione ambientale, sostenibilità ed ecoturismo.

Argomenti:

Bulgaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *