“Kiva”, Masque Teatro debutta a Ravenna con il viaggio di Warburg tra gli Hopi

RAVENNA. La compagnia Masque Teatro debutta stasera venerdì 22 marzo dalle ore 21 al teatro Rasi con l’ultimo lavoro dal titolo “Kiva”, trasposizione coreografica del viaggio che il grande storico dell’arte Aby Warburg intraprese, sul finire del secolo diciannovesimo, presso gli indiani Hopi del New Mexico. Questa ricerca delle origini pagane dell’arte occidentale diviene il terreno fertile nel quale Eleonora Sedioli e Lorenzo Bazzocchi, scavando nel “rimosso” e nel “ritorno del rimosso” freudiani, scolpiscono il corpo del performer per trasformarlo nel teatro di una lotta che vede i fantasmi del passato arrotolarsi sul presente per scardinarlo.

“Kiva” è il nome con cui gli indiani Hopi designavano, ancora agli inizi del XX secolo, la stanza segreta delle iniziazioni. Luogo sotterraneo, inaccessibile se non ai capi clan dell’antilope e del serpente, accoglieva e custodiva i serpenti a sonagli catturati vivi nel deserto e qui chiamati a partecipare a quello che Aby Warburg chiamò “il rituale del serpente”.

Info: 393 9707741

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui