RIMINI. Si aprirà all’insegna di una rivoluzione la nuova edizione de “I maestri e il tempo”, la rassegna culturale che da nove anni la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini propone alla città, non solo agli studiosi, ma anche ai tanti appassionati e curiosi.

La novità 2019 è la collaborazione tra la Fondazione e la Biblioteca Gambalunga che quest’anno festeggia i suoi quattrocento anni di vita (1619-2019). Un doppio filo, che scandisce anche il tema generale della rassegna, “Parole e immagini: per i 400 anni della Biblioteca Gambalunga”. Due, quindi, i curatori: Alessandro Giovanardi per la Fondazione e Oriana Maroni per la Gambalunga.

Un’ulteriore novità caratterizza questa nona edizione. Sei gli appuntamenti in calendario, che quest’anno – oltre agli ormai ben consolidati eventi a Palazzo Buonadrata e quelli al di fuori delle mura cittadine – si svolgeranno per la prima volta anche al Museo della città e al cinema Fulgor. Da segnalare anche l’eccezionale appuntamento serale presso la Chiesa dei Frati di San Francesco a Villa Verucchio, frutto della collaborazione con il Comune e la Pro Loco di Verucchio.

Si comincerà venerdì 22 marzo, alle 17.30 a Palazzo Buonadrata, con il latinista Ivano Dionigi, già magnifico rettore dell’Università di Bologna che terrà la sua lectio magistralis su “La parola e il libro”, una riflessione sui classici e i maestri, sulla tradizione del libro e sui luoghi storici deputati a conservarlo e a renderlo accessibile.

Argomenti:

incontri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *