NOVAFELTRIA. Si intensifica il programma del festival jazz regionale Crossroads, che questa settimana propone tre concerti in Romagna: si comincia da Novafeltria oggi con Storyville Story, per passare a Massalombarda giovedì 21 con Eloisa Atti, e a Fusignano il 22 con Yamandu Costa.

Ottolini e Bosso a Novafeltria

Partiamo quindi dal teatro Socjale di Novafeltria alle 21 di questa sera, dove troveremo il progetto di Mauro Ottolini e Fabrizio Bosso (quest’ultimo artista residente del festival), Storyville Story. Si incontrano due dei più importanti ottonisti italiani, il trombonista Ottolini e il trombettista Bosso, in un viaggio musicale alla scoperta di New Orleans, una delle città più importanti al mondo per il jazz. Nella capitale della Louisiana è nato e si è sviluppato uno degli stili centrali del jazz, quello legato alle bande di ottoni, allo swing, al dixieland e alla mescolanza col blues. Ottolini e Bosso si concentrano in particolare sul repertorio di inizio Novecento, che conta personalità artistiche come Louis Armstrong, l’Original Dixieland Jazz Band, Jelly Roll Morton, Sidney Bechet, King Oliver, Fats Waller, Sweet Emma Barrett, Lil Hardin e il padre del blues William Christopher Handy. Ottolini ha arrangiato il repertorio di questi grandi autori su misura per il sestetto Storyville Story, che conta, oltre a Bosso, Glauco Benedetti al sousaphone, Paolo Birro al piano, Paolo Mappa alla batteria e la cantante Vanessa Tagliabue Yorke, una delle maggiori esperte del genere, interprete intensa, dalla pronuncia meticolosa. Biglietti a 15 euro.

Eloisa Atti a Massalombarda

Giovedì 21 alle 21 la sala del Carmine di Massalombarda ospita Eloisa Atti, cantautrice bolognese abituata a esibirsi in tutta Italia e oltre, che questa volta lo fa a pochi chilometri da casa. Eloisa, che ha debuttato da bambina nel coro dell’Antoniano, ha una formazione classica e jazz, ma ha ampliato il suo bagaglio artistico con la musica brasiliana e il blues, studiando con grandi docenti internazionali, tra cui LaVerne Jackson, Mark Murphy, Rachel Gould, Jay Clayton, Luciana Souza e Barbara Casini. Ha prestato la sua voce a Sacri Cuori, Hammond Bandits e Sur, ma è il duo con il chitarrista Marco Bovi che ne ha caratterizzato la carriera finora. Il concerto di Massalombarda è basato sul suo ultimo disco solista Edges, che la vede in veste di cantautrice pop, con echi jazz, country, folk e rock. Eloisa canterà e suonerà ukulele e concertina; con lei sul palco Marco Bovi alle chitarre, Emiliano Pintori a pianoforte e organo Hammond, Stefano Senni al contrabbasso e Zeno De Rossi a batteria e percussioni.

Ingresso a 12 euro.

Yamandu Costa a Fusignano

L’auditorium Corelli di Fusignano ospita venerdì 22 alle 21 il chitarrista brasiliano Yamandu Costa in un assolo alla chitarra a dodici corde. Questo è lo strumento di riferimento per choro e samba, generi preferiti da Costa, che allarga però il suo spettro sonoro a bossanova, tango e milonga, subendo l’influenza di Argentina e Uruguay, nazioni vicine a Passo Fundo, nel sud del Brasile, dove Yamandu è nato nel 1980. Iniziato alla tecnica chitarristica a soli sette anni dal padre insegnante di musica, Costa già da adolescente è stato eletto tra gli interpreti principali dello strumento in Brasile, ricevendo importanti attestati di stima da grandi chitarristi, tra i quali Paco De Lucia. Il suo set preferito è l’assolo, ma si è esibito anche all’opposto: insieme a una grande orchestra sinfonica, come quella diretta da Kurt Masur. Biglietti a 15 euro.

Info: www.crossroads-it.org

Argomenti:

crossroads

jazz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *