RIMINI. C’è anche il riminese Marco Missiroli tra i dodici selezionati per il Premio Strega. Lo scrittore, dato da più parti per favorito, è stato presentato da Sandro Veronesi con il suo nuovo romanzo Fedeltà (Einaudi), che ha diviso la critica ma sta riscuotendo un ottimo successo di pubblico. Niente da fare invece per il casolano Cristiano Cavina, che pure era stato proposto da Franco Buffoni con Ottanta rose mezz’ora edito da Marcos y Marcos, né per Antonio Dikele Distefano con Non ho mai avuto la mia età (Mondadori), proposto da Simonetta Bitasi. Nato a Busto Arsizio da genitori angolani, Distefano ha trascorso infanzia e adolescenza a Ravenna. Ed ecco i nomi dei 12: Valerio Aiolli, Nero ananas (Voland); Paola Cereda, Quella metà di noi (Perrone); Benedetta Cibrario, Il rumore del mondo (Mondadori); Mauro Covacich, Di chi è questo cuore (La nave di Teseo); Claudia Durastanti, La straniera (La nave di Teseo); Pier Paolo Giannubilo, Il risolutore (Rizzoli); Marina Mander, L’età straniera (Marsilio); Eleonora Marangoni, Lux (Neri Pozza); Cristina Marconi, Città irreale (Ponte alle Grazie); Antonio Scurati, M. Il figlio del secolo (Bompiani); Nadia Terranova, Addio fantasmi (Einaudi).

La prima votazione, che selezionerà la cinquina dei finalisti, si terrà il 12 giugno al Tempio di Adriano. Il vincitore sarà proclamato il 4 luglio al Ninfeo di Villa Giulia, in diretta su Rai3. Allargata anche la giuria con 660 aventi diritto.

Argomenti:

cristiano cavina

marco missiroli

premio strega

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *