La Romagna che ama il jazz c’è. Primavera musicale in 37 tappe

RAVENNA. Sessantadue concerti, di cui trentasette in Romagna, sparsi per tutta la regione tra il 28 febbraio e il 7 giugno, con oltre cinquecento artisti coinvolti. Sono questi i numeri colossali di Crossroads 2019, il festival jazz emiliano-romagnolo che giunge alla ventesima edizione. Gli artisti residenti, presenti con più progetti durante la rassegna, sono quest’anno tre trombettisti, tra i più noti musicisti italiani nel mondo: Fabrizio Bosso, Paolo Fresu ed Enrico Rava, decano del jazz di casa nostra. Vediamo quali sono gli eventi in programma in Romagna.

Solarolo

È l’oratorio dell’Annunziata ad ospitare la prima data romagnola di Crossroads, il 3 marzo, con il duo afro-cubano Marialy Pacheco & Rhani Krija.

Massalombarda

Due voci femminili alla sala del Carmine: l’affascinante China Moses, vocalist figlia di Dee Dee Bridgewater l’8 marzo in un quintetto americano, seguita da Eloisa Atti in quintetto il 21.

Rimini

Al Teatro degli Atti l’amatissima cantante inglese Sarah Jane Morris, in quartetto, omaggia John Martyn, “peccatore a tempo pieno e santo part time”, il 12 marzo. Il 26 al teatro Galli il rodato trio formato dal percussionista indiano Trilok Gurtu, dal trombettista sardo Paolo Fresu, e dal tastierista cubano Omar Sosa.

Fusignano

Un’altra delle tante voci femminili presenti quest’anno sarà a Fusignano il 15 marzo: la francese Camille Bertault, in quartetto, mentre il 22 è in programma un interessante assolo alla chitarra a sette corde del compositore brasiliano Yamandu Costa. Il quintetto Lumina, creato da Paolo Fresu, che però non vi partecipa, è in cartellone il 28 marzo. Un quartetto piuttosto particolare il 5 aprile, nato a Parigi nel 2003 da due giapponesi e due argentini: si chiama Gaia Cuatro. Tutti all’auditorium Corelli.

Novafeltria

Il sestetto a trazione fiatistica Storyville Story, guidato da Mauro Ottolini al trombone e Fabrizio Bosso alla tromba, sarà al teatro sociale il 19 marzo.

Gambettola

La grande cantante brasiliana Paula Morelembaum porta al teatro comunale l’11 aprile il suo Bossarenova Trio, che avrà ospite il sassofonista e percussionista Marcio Tubino.

Imola

Si aggiunge alle città di Crossroads il 17 aprile, al teatro Stignani, con la seconda presenza di Trilok Gurtu, questa volta con la sua band, e ospita il 26 una formazione di all star, impegnate in un omaggio a Lucio Battisti dal titolo “Pensieri e parole”. Ne fanno parte Peppe Servillo, Fabrizio Bosso, Javier Girotto, Rita Marcotulli, Furio Di Castri e Mattia Barbieri.

Russi

Fabrizio Bosso porta il suo Spiritual Trio, una delle più efficaci formazioni da lui diretta, il 18 aprile; il 25 un quartetto dal respiro internazionale, che fa capo alla cantante e chitarrista portoghese Luisa Sobral, e il 30 il Trio Mundo del virtuoso brasiliano del mandolino a dieci corde Hamilton De Holanda. Tutti al teatro comunale.

Forlì

È Antonio Carlos Jobim il protagonista degli appuntamenti forlivesi: al “poeta della bossanova” sono dedicati l’incontro con gli studenti del 29 aprile e il concerto al teatro Fabbri del 1° maggio “Desafinado”, con l’Italian Jazz Orchestra di Fabio Petretti, ospiti Eduardo & Roberto Taufic, Barbara Casini e Enrico Rava.

Bagnacavallo

L’ultimo appuntamento romagnolo di Crossroads è al chiostro di San Francesco con il polistrumentista e performer israeliano Adam Ben Ezra il 4 giugno.

Jazz in Villa a San Mauro Pascoli

Nel teatro di Villa Torlonia il 9 aprile il BBB Trio di Flavio Boltro (tromba), con Mauro Battisti (contrabbasso) e Mattia Barbieri (batteria), seguito il 19 dal collaudatissimo Fabrizio Bosso Quartet.

The jazz identity a Dozza

Tutta al femminile questa mini rassegna, che include il 7 aprile il duo bolognese As Madalenas, composto dalle chitarriste e cantanti Cristina Renzetti e Tati Valle, e il 14 il Silvia Donati Trio in un omaggio a Billie Holiday e Nina Simone.

Cassero jazz a Castel San Pietro

Dal 29 al 31 marzo il Cassero ospita la storica rassegna, con il trio etno-jazz dell’organettista Riccardo Tesi Etnia Immaginaria, nobilitato dall’ospite Gianluigi Trovesi ai clarinetti, il trio del giovane chitarrista americano Julian Lage, ed il quartetto Dark Dry Tears guidato dal bassista Danilo Gallo.

Ravenna jazz

Dal 3 al 12 maggio in molti luoghi della città e del comune, la più longeva rassegna jazz italiana, con un workshop sulla chitarra, dieci concerti, e altrettanti assoli gratuiti all’ora dell’aperitivo. Tra i tanti artisti coinvolti, ricordiamo l’assolo del grandissimo chitarrista e compositore newyorkese Marc Ribot, Massimo Ranieri in un progetto dedicato alla musica partenopea con grandi jazzisti dal titolo “Malia napoletana”, la cantante norvegese Rebekka Bakken, il pianista franco-israeliano Yaron Herman, la violinista cubana Yilian Canizares, il trio Fresu-Galliano-Lundgren “Mare Nostrum”, e il quartetto vocale New York Voices.

Info, biglietti e programma
su www.crossroads-it.org

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui