Folk a stelle e strisce e psichedelia Campos, canzone d’autore a Forlì

FORLÌ. Songwriting aspro, intimo e a bassa fedeltà dove il folk a stelle e strisce incontra psichedelia e minimalismo elettronico. Senza perdere di vista la canzone d’autore. È quanto promettono i Campos, ospiti questa sera alle 22 de “Lecosechesuccedono”, il programma di concerti ed eventi a cura del Diagonal loft club di Forlì. La loro musica è un ponte che idealmente collega la periferia italiana a quella americana: dopo i promettenti esordi cantati in inglese, la band ha deciso di usare l’italiano in Umani, vento e piante, album uscito a novembre su Woodworm. I Campos vengono da una Toscana che guarda più che mai alla tradizione indie del Midwest e a quella dei crooner del Deep South, ma nascono nella capitale dell’elettronica, dalla mente di Simone Bettin (voce, chitarra) che dà vita al progetto durante la sua permanenza a Berlino. Nel trio coinvolgerà col passare degli anni alla batteria Davide Barbafiera e al basso Tommaso Tanzini. Ingresso gratuito. Info: www.diagonaloftclub.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui