Ciclista morta: 2 imputati, niente colpevoli

RONCOFREDDO. Una ciclista amatoriale morta per l’impatto contro un’autovettura.

In aula c’erano due imputati ma per nessuno dei due c’erano elementi tali da doverne sancire la colpevolezza. Così resta la tragica fine di una donna. Ma non esistono colpevoli.

E’ la sentenza letta in Tribunale a Forlì dal giudice Camillo Poillucci per la morte di una 65enne avvenuta in via Garibaldi nel settembre 2009.

R.G., roncofreddesese 44 enne, travolse la ciclista mentre era alla guida del suo Land Rover. In aula era imputato anche il cesenate I.D.: che per la ricostruzione dell’accaduto avrebbe inciso sulla dinamica dei tragici eventi al volante della sua Bmw. Per nessuno dei due le prove (anche se la Procura aveva chiesto le condanne) erano sufficienti ad indicarne la colpevolezza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui