CESENA. Per due anni e mezzo ogni volta che il Cesena giocava una partita dovevano presentarsi a firmare. Erano stati colpiti dalla tipologia di Daspo che vengono erogati da dopo il varo della legge sulla cosiddetta Tessera del Tifoso. Erano accusati di rapina e lesioni per degli scontri avvenuti dopo l’ultima gara in Serie A al Manuzzi tra Cesena e Inter. Il Gip per loro ha sancito l’assoluzione.

Per F.V. e B.D. il “Daspo” è stato tolto solo ora: a due anni e mezzo dai fatti dopo la pubblicazione della decisione presa dal gip Rita Chierici. «Un tempo che nessuno restituirà a queste due persone – spiega l’avvocato difensore dei tifosi cesenati che erano imputati – A riprova ulteriore di come la normativa vada cambiata. Servirebbe un intervento della Corte Europea per spronare il Governo: prima che questo tipo di “esercizio di controllo” sulle persone venga esteso in Italia ad altri settori oltre che al calcio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *