CESENA. I carabinieri forestali del Nucleo Tutela Biodiversità di Camaldoli hanno denunciato quattro ragazzi ritenuti responsabili dei danneggiamenti arrecati, nell’autunno dello scorso anno nella foresta della Lama, agli edifici demaniali gestiti dal Reparto Carabinieri Biodiversità di Pratovecchio, tra i quali la piccola chiesa realizzata negli anni cinquanta dello scorso secolo divenuta il simbolo di questo straordinario luogo.

Le indagini sono partite nell’ottobre dello scorso anno quando venne deturpata la chiesetta, sfondandone la porta a colpi d’ascia e rompendo la vetrata a sassate e l’edificio occupato, nel periodo estivo, dai carabinieri forestali per la sorveglianza delle riserve. Danni stimati in qualche migliaio di euro. Alcuni elementi raccolti dai Forestali hanno consentito di risalire a quattro giovani, residenti a Bagno di Romagna, Sarsina e Cesena che avevano deciso di trascorrere un fine settimana alla Lama con l’idea di pernottare nel ricovero, denominato “Tigliè”, messo a disposizione dai carabinieri forestali per gli escursionisti. La nottata è però degenerata sfociando in atti vandalici. Nel caso in cui la Procura della Repubblica confermi le responsabilità a carico dei quattro, la norma prevede che gli stessi potrebbero essere puniti con la reclusione da sei mesi a tre anni.

Argomenti:

Bagno di Romagna

carabinieri

cesena

denunciati

forestali

giovani

lama

sarsina

vandalismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *