SAVIGNANO SUL RUBICONE. La pattuglia era in borghese, e i due giovani scassinatori nemmeno si sono resi conto di aver agito davanti agli occhi degli agenti. Il colpo (fallito) avviene a Savignano, nella serata di mercoledì 27 febbraio, in una zona particolarmente presidiata su ordine del Questore che per l’intera città ha messo a punto un piano di controllo del territorio individuando, con i periodici aggiornamenti della Prefettura, alcuni luoghi soggetti a monitoraggio intensivo. I due sono quindi nei pressi della stazione, verso le 22.45: uno ha 20 anni, l’altro è addirittura minorenne. Si guardano intorno dopo aver puntato una Mercedes in sosta non lontano da un bar. Il minorenne fa da “palo” a pochi metri, proprio per controllare il bar, mentre il socio forza la portiera e si introduce rapidamente all’interno della vettura, sottraendo un borsello. Con un fischio richiama il complice, per darsi alla fuga, senza accorgersi che nel frattempo gli agenti in borghese sono pronti a intervenire. Parte così un veloce inseguimento, i due si separano, la pattuglia immediatamente raggiunge e blocca l’autore dello scasso, arrestandolo in flagranza di delitto per furto aggravato. Identificato anche il complice, denunciato a piede libero per il concorso nel furto. La refurtiva è stata così subito restituita al proprietario della vettura, che, ignaro, si trovava proprio dentro il bar vicino cui aveva parcheggiato.

Argomenti:

auto

ladri

polizia municipale

Savignano Sul Rubicone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *