CESENA. Tornano gli incentivi economici di “Cambiamo marcia”. Dopo il successo della 1ª edizione, la Giunta ha confermato anche per il 2019 il progetto a cui potranno aderire non più solo i lavoratori, ma anche gli studenti maggiorenni che sceglieranno di abbandonare l’auto per la bicicletta per raggiungere il posto di lavoro o la scuola.

“Al lavoro e a scuola in bicicletta”, questo il nuovo nome dell’iniziativa, durerà 7 mesi, da aprile a ottobre, due mesi in più di erogazione degli incentivi. Altra importante novità è l’aumento delle risorse a disposizione: nel 2019 lo stanziamento passa da 40mila a 46mila euro (di cui 3mila euro per i residenti di Cesenatico), con un incremento del 15% annuo. Per il resto, viene confermato l’impianto già sperimentato.

Per ogni lavoratore o studente di almeno 18 anni che decide di abbandonare gli spostamenti a motore per la bicicletta, è previsto un incentivo di 25 cent a chilometro del percorso da casa al lavoro (o scuola), con un tetto massimo di 50 euro al mese. Ai ciclisti è richiesto l’impegno a garantire un numero minimo di chilometri in 7 mesi. La rendicontazione dei chilometri percorsi sarà effettuata attraverso l’app che chi aderirà al progetto dovrà scaricare.

L’auspicio del il sindaco Paolo Lucchi e delle assessore Francesca Lucchi (Politiche Ambientali) e Maura Miserocchi (Mobilità) è che chi è rimasto escluso l’anno scorso si faccia avanti di nuovo e che chi aveva aderito alla prima edizione (e non potrà quindi più accedere agli incentivi) continui a scegliere la bici. I risultati ottenuti lo scorso anno, ricordano sindaco e assessore «sono di tutto rilievo»: con oltre 100mila km percorsi (di cui più di 77mila solo a Cesena), i nuovi ciclisti hanno evitato di produrre circa 15 tonnellate di CO2.

Nel progetto progetto “Cambiamo marcia” rientra anche lo sviluppo della mobilità sostenibile nei percorsi casa-scuola: ieri sera si è tenuto il primo di una serie di incontri con i genitori per sensibilizzarli e coinvolgerli nell’attività dei piedi bus.

Infine, tra gli ambiti di intervento c’è la realizzazione di infrastrutture ciclopedonali. In particolare, a Cesena verranno realizzate 2 nuovi piste ciclabili lungo la via Emilia e lungo viale della Resistenza, per connettere le aree più periferiche al centro.

Argomenti:

bicicletta

casa

cesena

cesenatico

incentivi

lavoro

scuola

spostamenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *