CESENA. Nella giornata di ieri, al servizio di Endoscopia digestiva dell’ospedale di Cesena,  è stato eseguito un delicato intervento di chirurgia endoscopica di resezione di una voluminosa lesione del retto ad un giovane paziente.
L’operazione stata eseguita dal professor Alessandro Repici, dell’Università Humanitas di Milano, uno dei massimi esperti internazionali in questa tecnica particolare, in collaborazione con lo staff dell’endoscopia digestiva cesenate e i tre primari delle unità operativa di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva di Forlì-Cesena, Carlo Fabbri, di Ravenna, Omero Triossi e di Rimini, Mauro Giovanardi.

Una stretta collaborazione quella tra tutte le Gastroentegologie, mira a dare un servizio sempre più integrato ed efficente a tutti i Romagnoli. “L’Ausl della Romagna offre a tutti i suoi cittadini  lo screening per il tumore del colon retto di età compresa dai 50 ai 69 anni  e aderire alla campagna rappresenta un grande vantaggio perché si possono individuare lesioni chiamate “polipi”,  che sono i precursori del tumore ed essere bonificati in corso di procedura o diagnosticare tumori allo stato iniziale  – spiega il dottor Carlo Fabbri -. Peraltro oggi, grazie alla esperienza dei professionisti presenti in azienda e all’implementazione tecnologica, si possono eseguire in endoscopia digestiva molti interventi chirurgici mininvasivi. La  tecnica di resezione delle lesioni, utilizzata nell’intervento in oggetto, si chiama dissezione sottomucosa ed è stata messa a punto da centri con sede in Giappone”. 

“In Romagna – prosegue Fabbri – sono presenti tre Unità complesse di Gastroenterologia ed endoscopia digestiva che  stanno lavorando in modo integrato per creare un percorso comune di cura per pazienti affetti da neoplasie iniziali dello stomaco, del colon e del retto. Il delicato intervento eseguito ieri è frutto di questa collaborazione ed ha rappresentato un importante appuntamento formativo per il personale medico e infermieristico dell’azienda della Romagna. Erano presenti in sala anche il dottor Vanni Agnoletti, direttore di Anestesia  e Rianimazione di Cesena, che con i suoi collaboratori ha gestito la sedazione del paziente, il dottor Luca Ansaloni, direttore di Chirurgia Generale e d’Urgenza di Cesena e il professor Giorgio Ercolani, direttore di Chirurgia e Terapie Oncologiche Avanzate all’ospedale Pierantoni-Morgagni di Forlì”. 

Argomenti:

cesena

intervento

paziente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *