Famiglia s’intrufola alla Caritas a Cesenatico per rubare pezzi di biciclette

CESENATICO. Una famiglia albanese depredava il deposito della Caritas di Cesenatico, portando via ricambi di biciclette. Ma sono stati scoperti e sono scattate tre denunce per furto aggravato a carico di padre, figlio e nipote: il 42enne J.G., E.G., che ha solo 18 anni e M.Z., che di anni ne ha 21.

Il furto

Nel pomeriggio di domenica, mentre erano tutti assieme in spiaggia, hanno escogitato di intrufolarsi nel deposito della Caritas in via Saffi, per fare incetta di cerchioni e gomme da assemblare per le biciclette usate da loro detenute ma non utilizzate. Il più giovane dei tre albanesi ha scavalcato la recinzione ed è entrato nel magazzino, dove ha prelevato quanto gli occorreva: cerchioni e altre parti di biciclette.

Bloccati denunciati

Una pattuglia della polizia municipale che si trovava da quelle parti ha però avvistato i malviventi e ha chiesto il rinforzo di una volante della polizia. In men che non si dica gli agenti dei due equipaggi hanno acchiappato il terzetto, che aveva già stipato nel baule dell’auto quanto aveva rubato.

Condotti al comando di polizia e a seguito di una denuncia sporta dai volontari della Caritas, i tre sono stati deferiti in stato di libertà e dovranno rispondere di furto aggravato.

Il 42enne, che lavora come autotrasportatore, ha tentato di giustificarsi dicendo che, dato che nei giorni lavorativi non aveva tempo di passare dalla Caritas per rifornirsi di pezzi di ricambio che gli servivano, ma poi, nei giorni successivi, sarebbe passato a saldare il debito.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui