Tentano le truffe al telefono simulando incidenti ai figli e problemi assicurativi

CESENA. In questi giorni sono tornati ad agire anche i raggiratori telefonici. Che creano una situazione di stress alla vittima per convincerla a “sganciare” contanti. Si tratta di una truffa telefonica abbastanza classica ma che spesso va a segno.
Un uomo ha chiamato un anziana. Le ha spiegato che suo figlio aveva avuto un incidente in una zona non meglio precisata di Cesena. Ha detto che il figlio stava bene e che lui era il suo avvocato. Il figlio non si era “fatto niente” ma purtroppo “aveva l’assicurazione del veicolo scaduta”. Di li a pochi minuti (con la donna che non riusciva a contattare il figlio) si è fatta sentire una seconda voce al telefono. Spacciandosi per un maresciallo dei carabinieri di Cesena.
Stessa storia: incidente, buono stato di salute dl figlio ma niente assicurazione. Un terzo uomo poi ha telefonato alla donna dicendo che per “appianare la questione assicurativa” servivano 3.000 euro in contanti subito, e che qualcuno sarebbe andato a ritirarli. per “rimettere in moto l’assicurazione”. La donna a quel punto ha capito che si trattava di una truffa ed ha chiuso le comunicazione. Venendo poi a conoscenza che nella stessa strada, anche ad una sua vicina di casa avevano con scuse simili cercato di fare una truffa analoga. Ma in quel caso “il figlio” era in casa. Ed i raggiratori avevano buttato giù senza proseguire.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui