Dopo il mosaico spunta l’arco medievale

CESENA. Continua il lavoro di operai e archeologi nel cantiere Hera di via Strinati, dove ieri è spuntata anche la volta di una cantina di epoca presumibilmente medievale. Probabilmente faceva parte del palazzo di fronte all’ex Roverella, che un tempo era forse più grande: la porzione di cantina riemersa sembra esserne testimonianza.
Ieri gli archeologi della ditta “Phoenix” hanno lavorato anche alla nuova porzione porzione di mosaico che è stata rinvenuta, pulendone dalla terra le tessere rimaste e rendendo quindi ben visibile il disegno geometrico nei colori bianco e nero.
La precedente perla
La datazione di quest’ultimo ritrovamento sembra contemporanea a quella del mosaico rinvenuto lungo la stessa via lo scorso ottobre. Anche in quel caso a dominare erano il bianco e il nero, ma al posto delle geometrie che caratterizzavano i mosaici fino a quel momento trovati in città si poteva ammirare la rappresentazione di una scena di caccia, anche se il tempo e interventi successivi hanno hanno fatto sì che si sia salvato solo il cacciatore, che è una pantera, mentre della preda rimangono solo le zampe posteriori. Inoltre si sono conservate integre alcune decorazioni floreali e parte del disegno centrale, dove il bianco e il nero vengono sostituiti dalla policromia. Doveva trattarsi della decorazione pavimentale di un triclinio.
Per quel primo mosaico gli archeologi hanno avuto la possibilità di allargare lo scavo e approfondire lo studio dell’area e del mosaico, per il quale il Comune ha già messo a bilancio 50.000 euro per lo strappo e il restauro.
Invece non c’è nulla di deciso per questa nuova porzione di mosaico che sta venendo alla luce.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui