CESENA. Non si fermano la lotta al caporalato ed allo sfruttamento di lavoratori stranieri da parte di persone senza scrupoli messi in atto in queste settimane dalla Guardia di Finanza di Cesena coordinata dalla Procura della repubblica e dal pubblico ministero Sara Posa.

Sono scattati nuovi arresti: ordinanze di custodia cautelare che sono state richieste dalla Procura e firmate dal gip nei confronti di quattro persone. Tre gli ammanettati in una casa al centro di Borello. Ancora latitante una quarta persona. Le accuse sono di sfruttamento della manodopera in quella frazione da dove, già negli anni scorsi, erano partite le prime richieste di aiuto ed i primi allerta dei sindacati per “pullman della speranza” che ogni mattina racimolavano in strada lavoratori stranieri da avviare già prima dell’alba ai lavori nei campi.

Argomenti:

arrestati

Borello

caporalato

guardia finanza

posa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *