CESENA. Non sono bastate le risposte del Comune e l’avvio dei primi lavori a calmare le paure di un gruppo di mamme della scuola elementare di San Vittore.

Una preoccupazione diventata paura quando dopo la scossa del 30 ottobre i tecnici intervenuti per i controlli fatti in tutte le scuole cesenati hanno deciso di transennare l’area antistante la pensilina di uno degli ingressi: «C’è un crepo – spiega una delle mamme – e per questo hanno transennato l’area di fatto chiudendo una delle due uscite di sicurezza della scuola».

«Il problema è generale – continua – la scuola è vecchia, ci sono problemi di intonaco e sappiamo che stanno progettando il rifacimento del tetto. Al momento una classe prima è già stata spostata negli spazi dell’asilo, perché la loro classe non era agibile».

«I primi lavori sono cominciati – aggiunge – ma si tratta dei soliti rattoppi che non risolvono il problema di fondo».

I primi interventi sono cominciati ma alle mamme non bastano: «Abbiamo avuto un incontro in comune. All’amministrazione avevamo chiesto di poter utilizzare il container che era stato utilizzato a Borello durante i lavori fatti alla scuola, ma ci hanno detto che non è possibile perché già in utilizzo da un’altra scuola. Ci hanno detto che nel 2018 è previsto un intervento cospicuo sulla scuola che prevede lo stanziamento di una somma consistente, ma quando abbiamo chiesto date certe ci hanno detto che è troppo presto».

«Abbiamo bisogno di tempi ed interventi certi, di una scuola con spazi più sicuri e ampi, o di cercare spazi alternativi dove i bambini possano fare lezione in sicurezza».

Argomenti:

terremoto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *