Nella pandemia la Cardiologia di Cesena spostata tutta a Forlì

La pandemia continua a tenere sotto pressione l’ospedale Bufalini ed a provocarne mutamenti sull’altare dei posti letto e del personale da dedicare al coronavirus.

È stata completato in queste ore quanto partito ad inizio settimana: il pressoché totale trasferimento dell’emergenza-urgenza di natura cardiologica in direzione dell’ospedale di Forlì che ora è punto di riferimento anche dei cesenati. Fino al perdurare della pressione pandemica sull’area romagnola resterà chiusa l’Unità terapia intensiva coronarica (Utic) del Bufalini. È stata dotata di 8 posti letto di semi-intensiva Covid sia per i pazienti trasferiti da Rianimazione, che per i pazienti cardiologici Covid che necessitino dei servizi Utic.

I pazienti provenienti dall’ambito cesenate con patologie cardio-vascolari acute (Stemi, Nstemi, shock cardiogeno, arresto cardiaco rianimato) devono essere dirottati direttamente al Morgagni di Forlì come chi ha necessità di studio emodinamico in emergenza/urgenza o necessità di ricovero in ambiente intensivo.

Calano le attività anche del Laboratorio di Emodinamica dell’ospedale Bufalini. Lo studio emodinamico di pazienti che non necessitano di successivo ricovero in Utic sarà comunque effettuato nella sede di Cesena.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui