“Nel nome di Dante” al Testori di Forlì

“Nel nome di Dante”, la rassegna di “scrittori contemporanei che rileggono la Divina Commedia”, in programma per il secondo giorno, oggi, si sposta al teatro Giovanni Testori. La “due giorni” dantesca inizia alle 11 con Mircea Càrtàrescu: lo scrittore e poeta rumeno, più volte candidato al Nobel per la letteratura, dialoga con Bruno Mazzoni dell’Università di Pisa e con il regista teatrale Franco Palmieri su “Dante e il fantastico”.

Alle 17, Nicola Lagioia, vincitore del premio Strega nel 2015 con “La ferocia”, affronta con Gianfranco Brunelli, curatore della grande mostra forlivese “Dante. La visione dell’arte”, il tema “Immagini attuali di Dante”. Alle 20, infine, chiusura del convegno: Paolo Rambelli, giornalista e saggista, intervista Alessandro Barbero, uno tra i più apprezzati collaboratori dei programmi sulla storia in radio e in televisione, nonché vincitore del Premio Strega nel 1996 con “Bella vita e guerre altrui di Mr Pym gentiluomo”. Con loro, Alberto Casadei: docente dell’Università Normale di Pisa e coordinatore della Associazione degli Italianisti, nonché direttore scientifico dell’iniziativa. Casadei è autore, fra l’altro, dell’innovativo “Dante. Storia avventurosa della Divina commedia dalla selva oscura alla realtà aumentata” (Il Saggiatore, 2020). I tre studiosi faranno infatti il punto sulle novità relative alla biografia di Dante e all’interpretazione della “Commedia”. Libero, sia in presenza, che in streaming: pagina FaceBook MostraDanteForlì.

Info: nelnomedidante.forli@gmail.com
0543 702562

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui