CESENA. A quasi due anni di distanza gli stessi bulli sono tornati nel suo negozio; e con uno in particolare si è scontrato fisicamente, finendo in pronto soccorso.
Lokman è il titolare dello Susan Mini Store che si trova in viale Carducci a ridosso della Barriera. Ed una banda di teppisti sembra averlo preso particolarmente di mira.
«Ma adesso non sono più minorenni – spiega – e credo che le denunce sporte avranno un effetto più significativo».
Due anni fa circa alcuni giovinastri (più volte segnalati alla polizia in centro in contesti di bullismo anche con coetanei) lo avevo aggredito nel suo negozio in zona Barriera. Finì con un “Trauma cranico minore da opera terzi e contusione al ginocchio sinistro”. Per una prognosi di 10 giorni. Il tutto alle 21.30 di una serata festiva. I ragazzini, poche settimane prima, erano stati immortalati con le telecamere di sicurezza del locale intenti a rubare la cassetta delle offerte per la Caritas e quella per la Moschea.
L’uomo, originario del Bangladesh, si è ritrovato a distanza di due anni in negozio lo stesso gruppetto e con uno in particolare sono scattati subito gli insulti.
«Mi ha preso a male parole forse perché non credevo fosse maggiorenne e comunque perché dopo quanto avvenuto in passato non intendevo di certo vendere loro alcolici».
Dalle parole gli aggressori sono passati alle vie di fatto. Risultato finale: la vetrina del negozio infranta ed una contusone alla testa per il proprietario guaribile in 3 giorni di prognosi e medicata al Bufalini. «Ho già denunciato tutto. Speriamo che la situazione, ora che sono maggiorenni, migliori rispetto al passato e che la denuncia basti a tenerli lontani».

Argomenti:

aggressione

ferito

negoziante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *