Navigatore trova la palla di un hotel di Riccione nell’Atlantico

RICCIONE. Un navigatore tedesco ha trovato nell’oceano Atlantico un gadget dell’Hotel Alfonsina di Riccione. Ha fotografato la palla, spedendo la foto e una lettera all’albergo riccionese, e ha lasciato che la stessa palla continuasse il suo viaggio alla deriva, come quando lui l’ha trovata. Il navigatore, Jogi, scrive che stava navigando dall’Acores (Azzorre in portoghese) a Gibilterra, quando ha trovato il gadget, “con una piccola barca a vela di 10 metri attraverso l’Atlantico”, mentre era diretto “dall’isola di St.Maartin (nei Caraibi) all’Europa”.

Il racconto dell’albergatore. “Inizialmente – si legge nella mail dei titolari dell’hotel Alfonsina inviata alle redazioni dei giornali – pensavamo fosse una delle tante mail indesiderate che si ricevono, ma continuando la lettura e guardando bene quella foto che il Sig. Jogi ci ha inviato siamo stati colti da un’immensa sorpresa. Uno dei nostri gadget, probabilmente perso da qualche bambino sulle nostre spiagge, è stato ritrovato nell’Oceano Atlantico intatto durante una traversata. Il primo pensiero è stato “Oddio, stiamo inquinando!” ma poi abbiamo iniziato a fantasticare su come questo pallone da spiaggia sia potuto arrivare fino all’Atlantico. Chissà quale rotta avrà seguito. Chissà come avrà fatto a resistere alle intemperie. Chissà cosa avrà provato questo uomo a ritrovarlo. Il messaggio di questo nostro “nuovo” amico giramondo ha subito trasformato questo semplice pallone in un messaggio in bottiglia da trasmettere ad altri. Anche noi ci auguriamo che un giorno qualcun altro lo trovi e ci scriva, così come ha fatto Jogi. Per questo motivo abbiamo deciso di caricare la sua foto ed il suo messaggio sulle nostre pagine social e sul nostro sito, così quando qualcun altro lo troverà non avrà dubbi sul da farsi. Nel frattempo abbiamo scritto al Sig. Jogi, se un giorno il suo girovagare lo porterà qui a Riccione saremo molto felici di conoscerlo e di ospitarlo presso il nostro hotel. Vi ringraziamo per l’attenzione, Famiglia Gaia – Montanari
Hotel Alfonsina Riccione”.

La lettera spedita all’Hotel. “Ciao Hotel Alfonsina – scrive il navigatore – sono tedesco e il mio italiano è molto povero. Tuttavia, ho pensato di dovervi mostrare, quello che ho trovato nell’oceano Atlantico mentre navigavo dall’Acores a Gibilterra!! Stavamo navigando con una piccola barca a vela di 10 metri attraverso l’Atlantico, dall’isola di St.Maartin all’Europa. Dopo la foto, ho rimesso la palla in acqua e l’ho lasciata alla deriva. Forse un giorno qualcuno la troverà in Sud America, ai Caraibi o negli Stati Uniti e vi manderà un’altra foto. Buon divertimento! Cheers and all the best from the boardfarm, LIG Jogi”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui