“Navigare a vita” per dare speranza ai giovani: il progetto dello skipper Michele Zambelli

Avvicinare i giovani al mondo del lavoro e rispondere alle esigenze degli imprenditori del territorio, del settore della nautica, che segnalano la mancanza di professionalità specifiche. È l’obiettivo principale che si pone il progetto “Navigare a vita” nato da un’idea dello skipper e navigatore solitario di Galeata Michele Zambelli al quale hanno aderito con entusiasmo il Comune di Forlì, il Centro di Solidarietà, Techne e diverse aziende forlivesi. Non si tratta di semplici corsi di formazione ma di un viaggio che unisce diverse generazioni, una sfida stimolante e allo stesso tempo formativa che avvierà un gruppo di giovani al restauro e alla messa in mare aperto di una barca storica. Il progetto è stato presentato ieri alla Fabbrica delle Candele, tra gli ospiti anche Gianfranco Bacchi, reduce da due anni al comando dell’Amerigo Vespucci che lui stesso ha definito «La nave più bella del mondo perchè è perfetta».

«Navigare a vita è un progetto che nasce da un bisogno del territorio – ha spiegato l’assessora Paola Casara – uno dei distretti più importanti della città è la nautica, le aziende lamentano la mancanza di profili professionali, con questo progetto abbiamo pensato di avvicinare i giovani a questo settore».

Lo skipper Zambelli ha raccontato il suo amore per il mare, le traversate in mezzo all’oceano e il naufragio sul quale ha scritto anche il libro “Naufrago…. per caso” e la nuova sfida partendo proprio da una barca ormai da rottamare. «È una barca ricca di storia che può dare un futuro ai giovani, il mondo è pieno di barche da salvare proviamo a farlo mettendo i ragazzi in mano a dei “maestri” che possano dargli un futuro. Sistemiamo la barca tutti insieme poi io attraverserò l’oceano e la porterò fino a New York. Navigherò in solitario ma sarà un sogno che realizzeremo tutti insieme, con i giovani, con la città». Sarà una barca “total green” azionata da vento, acqua e sole.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui