Natale a Ravenna: il cuore grande di Caritas e volontari

È nata con la pandemia, ma promette di diventare una tradizione, quella delle Scatole di Natale. La Caritas ha già avviato la campagna e, giorno dopo giorno, i centri di raccolta si stanno riempiendo. La formula è quella collaudata: una cosa calda, un prodotto di bellezza, una cosa golosa, un passatempo e un biglietto gentile. Aggiungendo, magari, un gioco se il dono è pensato per un bambino. Tutto dentro ad una scatola, anche da scarpe, che si può incartare precisando sopra – con un bigliettino o una semplice scritta a pennarello – se il regalo è adatto per un determinato target di età, o se ha una caratterizzazione di genere. «Certamente è un’iniziativa che abbiamo messo in campo anche per quest’anno, così come stiamo procedendo alla semplice raccolta di giocattoli da destinare ai bambini bisognosi». Don Alain Gonzalez Valdes, direttore della Caritas diocesana, è nel bel mezzo di un Natale di super-lavoro. Non soltanto per intensificare lo sforzo di solidarietà, in un periodo in cui le persone sono più aperte alla disponibilità all’altro. Anche per il rush finale per l’apertura dell’emporio solidale: «Per noi è una cosa troppo importante, sarà un addendo fondamentale nell’aiuto agli svantaggiati nel nostro territorio – ricorda Don Alain -. Ormai è questione di giorni per una prima apertura, per un progetto che sarà completamente attivo già dal 2023. Speriamo di riuscire ad avere le forze per confermare quest’anno anche il pranzo di Natale, ma la nostra priorità è questo fondamentale obiettivo». La sede di piazza del Duomo, le parrocchie, il Centro Musikè sono però luoghi già aperti per accogliere i doni. In particolare la scuola di musica di via Lago di Como raccoglierà scatole fino al 17 di dicembre. Ieri intanto è giunta a compimento l’iniziativa organizzata dal personale militare del Comando della Capitaneria di porto di Ravenna, in occasione della festività di Santa Barbara 2022, Patrona della Forza Armata. Il Direttore Marittimo dell’Emilia-Romagna, Francesco Cimmino, ha consegnato fondi e doni alimentari a Don Alain e alla Vice Direttrice, della Caritas, Daniela Biondi. Ma sono molteplici le iniziative nei confronti dei più deboli, in vista del Natale. Negli spazi dell’Opera di Santa Teresa (entrata dal portone vicino alla farmacia, in via De Gasperi 67) è stato creato uno Spazio della Solidarietà, denominato “Alla Beneficenza”. Locali dove si possono trovare tante idee regalo realizzate da volontari e donate per contribuire a sostenere le opere di carità portate avanti dall’Ente. Beni che sono acquistabili ad offerta libera. Un regalo che, quindi, porta gioia a due persone: il destinatario e chi, a Santa Teresa o in altri luoghi dedicati ai più poveri, chiede un letto, un pasto caldo o una doccia. Una formula simile è quella adottata dall’associazione di volontariato ‘Il Terzo Mondo’ Odv. Lunedì dalle 14 alle 18,30 e mercoledì dalle 9 alle 13, nel capanno della Solidarietà, messo a disposizione delle associazioni dalla Consulta del Volontariato di Ravenna in Piazza del Popolo. L’iniziativa dell’associazione presieduta da Charles Tchameni Tchienga, che vende prodotti cosmetici, serve a sostenere l’organizzazione del consueto appuntamento dei bambini e bambine con il Babbo Natale dello “Sportello del sorriso” di via Grado 30 nonché del progetto “Grazie Babbo Natale 2022” giunto alla sua quinta edizione e che si svolgerà a Ravenna nei giorni 21, 22, 23 e 24 dicembre. In generale, però, in piazza del Popolo turnano, nel Capanno della Solidarietà, molte associazioni di volontariato ravennati, con soluzioni regalo che aiutano gli altri. Ancora oggi e domani, inoltre, in 36 piazze e luoghi di ritrovo della provincia sono acquistabili le Stelle di Natale dell’Ail (associazione italiana contro le leucemie, linfomi e mielomi). Le piante possono anche essere prenotate (info 371 3489886 oppure ail.ravenna@ail.it) e ritirate presso il reparto di Ematologia dell’Ospedale di Ravenna.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui