Nasce la guida “del Camaleonte” alle torrefazioni

Sarà scaricabile fra un paio di settimane la app che racconterà le torrefazioni italiane e tutte le tipologie di caffè e che in questi giorni è stata presentata al Sigep. Successivamente, nel giro di un mese, è annunciata anche la guida in formato cartaceo. A identificarla è stato scelto un camaleonte, che in sé racchiude tutte le sfumature del caffè dal verde alle varie tonalità di marrone. A idearla sono stati Andrej Godina e Mauro Illiano, specializzati nella degustazione del caffè che intanto hanno creato il sito www.guidaespresso.com. «Qui possono registrarsi le torrefazioni che poi una volta registrate ci forniranno i campioni che noi assaggeremo e valuteremo –spiega Illiano –. Lo scopo sarà mappare le torrefazioni di ogni regione e provincia e di ogni dimensione per dare agli amanti del caffè uno strumento utile a scegliere la propria miscela o il monorigine ideale tra le migliaia di proposte presenti sul mercato. Questo con una descrizione che vada oltre gli stereotipi delle consuete descrizioni, per questo noi raccontiamo i tipi di “flavore” dei caffè, per far capire le differenze e tutto quello che c’è dietro una tazzina di caffè. Ciascun utilizzatore della app potrà poi orientarsi nella scelta dei caffè attraverso la selezione per filtri in base alle zone di produzione, ma anche alle tipologie, o flavour preferiti». Iscrivendosi la torrefazione sottoscrive una quota, calibrata sulla tipologia di spazio acquistato e sul numero di caffè inviati all’assaggio. I curatori, che già lavorano come consulenti per diverse aziende, si mettono anche a disposizione per selezionare insieme le referenze più rappresentative da inserire in guida. Ad oggi le torrefazioni recensite sono 150 con una rappresentatività per ogni regione, una decina quelle emiliano romagnole. «In Italia sono circa mille le torrefazioni censite –spiega sempre mauro Illiano –, di queste, diverse afferiscono alla stessa casa madre per cui effettive possiamo dire che siano poco più di 300. noi abbiamo raccontato sia f grandi torrefazioni che micro roasters».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui