Nasce il nuovo Parco Ecologico sul Rubicone

In occasione della Giornata Mondiale della Terra e della celebrazione del ventesimo compleanno di Unica Reti (società patrimoniale degli asset a totale capitale pubblico, proprietaria di reti e impianti del servizio idrico e del gas naturale di 30 comuni della Provincia di Forlì-Cesena) è stato presentato ai Soci e al territorio del Rubicone il Parco Ecologico sul Rubicone, un nuovo progetto di riqualificazione ambientale per l’area adiacente alla sede di Unica Reti contigua al depuratore dei comuni del Rubicone.

Il P.E. R, Parco Ecologico sul Rubicone, è il nome previsto per questo progetto e per l’area oggetto di studio che prevede la realizzazione di un nuovo parco pubblico, dalla profonda vocazione rurale. L’idea è quella di riordinare e rendere accessibile e fruibile al pubblico un’area a vocazione agricola di circa 30.000 mq. adiacente la sede di Unica Reti e al confine con l’area del depuratore dei Comuni del Rubicone. L’intervento prevede la realizzazione su di un’area omogenea e integrata, di oltre 110 Orti Urbani assegnati a famiglie del territorio per la coltivazione BIO di ortaggi; la disponibilità di un vigneto sociale; la creazione di un Bosco Urbano; di Orti Didattici; di Aule studio “open air”; di Oasi alberate per la socializzazione con spazi e prati attrezzati per i picnic, per la lettura, per il relax.

Il Parco Ecologico sul Rubicone sarà inoltre dotato di spazi dedicati alle Scuole per le lezioni in open-air di ecologia e sostenibilità ambientale. Un’idea di Parco Ecologico pubblico, strettamente legato alla vocazione rurale originaria, ove l’acqua possa rappresentare un elemento di caratterizzazione molto forte, provando a valorizzare profondamente l’intera area ecologica del Rubicone, vero e proprio presidio per la sostenibilità dell’intero territorio e per una sempre migliore qualità delle acque del mare Adriatico.

«I cambiamenti climatici e il degrado ambientale sono una minaccia enorme per l’Europa e il mondo. Per superare queste sfide, il Green Deal europeo intende trasformare l’UE in un’economia moderna, efficiente sotto il profilo delle risorse e competitiva – ha spiegato Stefano Bellavista, amministratore unico di Unica Reti – La Commissione europea ha adottato una serie di proposte per trasformare le politiche dell’UE in materia di clima, energia, trasporti e fiscalità in modo da ridurre le emissioni nette di gas a effetto serra di almeno il 55% entro il 2030 rispetto ai livelli del 1990. Le Amministrazioni pubbliche locali (così come ogni altro soggetto), sono chiamate ad attuare i provvedimenti di propria competenza nel rispetto di Agenda 2030.

Su questa filiera di provvedimenti, adempimenti e opportunità, si andranno ad innestare le politiche per la sostenibilità ambientale e per il clima che dovranno essere attuate dai piani di programmazione contenuti ad esempio nei PAESC redatti dai nostri Comuni, o in altri documenti di programmazione e pianificazione territoriale e ambientale. In ogni caso sarà fondamentale e necessario anche l’apporto, in termini di azioni concrete per l’ambiente e il clima di ogni Amministrazione Pubblica, in forma diretta o sussidiaria, in coordinamento o in collaborazione rispetto alle programmazioni territoriali».

Analogamente ai servizi pubblici a rete come idrico e gas (è il caso di Unica Reti), anche gli interventi per la riqualificazione ambientale possono produrre oggi una funzione strategica a beneficio dei territori se programmati e governati in maniera integrata e qualificata. Unica Reti è infatti già intervenuta con azioni di larga scala per la sensibilizzazione ambientale, a supporto dei 30 Comuni Soci, come ad esempio il progetto “Verde Aqva-plastic free” per la riduzione delle plastiche monouso nelle scuole, nelle biblioteche e nei municipi. Oppure, in collaborazione con Romagna Acque per la realizzazione delle nuove Case dell’Acqua in ognuno dei Comuni Soci.

«Attraverso il progetto Parco Ecologico del Rubicone (PER), – aggiunge Stefano Bellavista, – possiamo attuare un intervento condiviso di riqualificazione ambientale su scala sovracomunale (3 i Comuni direttamente toccati e coinvolti), per l’innovazione territoriale e la creazione di valore attraverso la valorizzazione di beni pubblici».

Cosa sono i parchi ecologici?

Un parco ecologico è uno spazio verde caratterizzato dalla sua particolare cura per la vegetazione, gli ecosistemi e le specie che lo abitano. L’obiettivo principale dei parchi ecologici è quello di servire da protezione per gli ecosistemi che ospitano e di sensibilizzare la popolazione sull’importanza di preservare l’ambiente, facendo conoscere alla popolazione la natura che vi si sviluppa.

Vantaggi dei parchi ecologici

Normalmente, la gestione di questi parchi ecologici offre grandi benefici, sia per le città che li ospitano sia per la salvaguardia dell’ambiente.

I vantaggi di questi parchi sono sia nel sequestro delle emissioni di carbonio sia nella conservazione delle specie vegetali e del tempo libero delle persone. Questo sequestro del carbonio aiuta a ridurre gli effetti dei cambiamenti climatici e, ospitando diverse specie di animali, specie vegetali e funghi, aiuta a preservare la biodiversità sul nostro pianeta.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui