Napoleone, Bologna, l’Italia per il bicentenario della morte

BOLOGNA. Nell’ambito delle iniziative culturali nazionali organizzate intorno al bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte avvenuta il 5 maggio 1821, dal 24 marzo al 16 giugno 2021 Istituzione Bologna Musei | Museo civico del Risorgimento Comitato di Bologna – Istituto per la Storia del Risorgimento italiano, in collaborazione con 8cento APS, promuovono il ciclo di conferenze online dal titolo “…è arrivato Napoleone allo sparo dell’artiglieria ed al suono delle campane della città”. Napoleone, l’Italia, Bologna.La rassegna si avvale del patrocinio dell’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano ed è inserita nel programma del Comitato per il Bicentenario napoleonico (1821 – 2021).

Il ciclo di conferenze online riunisce studiosi e studiose di vari ambiti disciplinari – storico, artistico e musicale – e si propone di ripercorre questi diversi aspetti con un focus sulla città di Bologna, senza perdere di vista il pi ampio quadro della stagione napoleonica a livello europeo.

Il primo appuntamento domani, mercoledì 24 marzo 2021, alle ore 18 è con Angelo Varni (professore emerito dell’Università di Bologna) che affronterà il tema di come, dopo la rapida conquista delle città emiliane nella primavera del 1796, a Bologna, in particolare, Napoleone mise a punto e realizzò il suo personale progetto politico di un’occupazione militare in grado di trasformarsi in una consolidata realtà istituzionale, in uno stabile rapporto di governo di un territorio e della sua popolazione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui