Musica, le pietre miliari: The Original Soundtrack

Musica, le pietre miliari: The Original Soundtrack

Gran parte della discografia dei 10cc meriterebbe di essere riscoperta.
Questo disco del 1975 lo conferma appieno. I 10cc sono stati gli artefici di
un “pop totale” dalle mille trovate sonore (in grado di spaziare dal rock al
cabaret, dai Beatles a Jimmy Webb, solo per indicare alcuni degli spunti
che è possibile rintracciare nei loro brani). Una musica in equilibrio tra
linguaggio di massa e voglia di sperimentare, scaturita anche dall’uso
ingegnoso dello studio di registrazione fatto dalla band di Manchester.
Tanti gli elementi in gioco: un melodismo di grande presa valorizzato

dall’intelaiatura armonica, testi che non mancano d’ironia e d’intelligenza,
un estro particolare nell’impiego delle voci. Canzoni il più delle volte
caratterizzate da un andamento poco uniforme – vedi, ad esempio, i cambi
di tempo e di ritmo – che denotano un approccio multistilistico. E che,
soprattutto, tendono ad esaltare l’importanza dell’arrangiamento e quella
che è la sua “arte” (basta ascoltare pezzi come Une Nuit A Paris, Brand
New Day e The Second Sitting For The Last Supper). “I 10cc – ha scritto
Enrico Sisti – erano una band oltranzista, l’avanguardia del pop. Si
divertivano a ‘montare’ la musica e con le loro canzoni, mature e
irresistibilmente uniche, ti ritrovavi spesso e volentieri in un mondo di
buonismi capovolti”.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *