Muore a 40 anni al porto di Ancona: malore fatale per un membro dell’equipaggio di una nave ravennate -Gallery

Tragedia questa mattina al porto di Ancona. Come riporta il sito cronacheancona.it, un membro dell’equipaggio del rimorchiatore “Blue boy – Ravenna” ormeggiato alla banchina numero 2 dello scalo, è morto a causa di un malore.

Una tragedia che ha toccato ieri l’azienda Bambini di Ravenna: il quarantenne è morto mentre stava lavorando su un mezzo in servizio al porto di Ancona. L’uomo, di origine campana, era a brdo della nave d’appoggio – che fa la spola tra la città marchigiana e le piattaforme nel tratto antistante quel tratto di Adriatico – si è sentito male. Secondo la prima ricostruzione il quarantenne si trovava nel suo alloggio, nell’imbarcazione “Blue boy”, ancorata al molo 1, vicino all’arco di Traiano, quando attorno alle 6:30 ha accusato il malore. Subito i colleghi si sono prodigati per soccorrerlo e hanno avvisato il 118 ma per il lavoratore non c’è stato nulla da fare. La salma, su autorizzazione del magistrato di turno della Procura di Ancona, è stata portata all’obitorio dell’ospedale di Torrette. Sul posto, per gli accertamenti di rito, è intervenuta anche la Capitaneria di Porto di Ancona che ha ascoltato la ricostruzione dell’accaduto da parte dei colleghi del lavoratore.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui