MotoGp, Misano concede il bis: il 24 ottobre un Gp dedicato a Vale

Un mese di festa in tutta la riviera romagnola, nel nome di Valentino Rossi e di due gran premi di MotoGp. Come anticipato due giorni fa, il mondiale farà tappa per due volte nel Misano World Circuit Marco Simoncelli: la prima, come previsto, il 19 settembre e la seconda, maturata in poco tempo, il 24 ottobre, per sostituire il Gp di Malesia annullato a causa della situazione pandemica. Sapendo che sarà l’ultima occasione di vedere in pista da pilota Valentino Rossi, che verranno ricordati i dieci anni dalla scomparsa del Sic e che tutti i Comuni della riviera compartecipano all’evento, organizzando manifestazioni collaterali, è facile prevedere che per un mese gli appassionati di due ruote avranno la loro capitale a Misano e zone limitrofe. «Un secondo Gran Premio – spiegano i promotori nel comunicato che ufficializza l’evento – rappresenta l’occasione per ribadire il protagonismo della “Riders’ Land” e della “Motor Valley” nel panorama mondiale del motorsport, con tutto ciò che ne consegue a livello di ricaduta economica e di vantaggio mediatico. Non sottovalutiamo la responsabilità che implica questa nuova organizzazione. I Paesi che hanno rinunciato alla MotoGp soffrono evidentemente degli effetti di una pandemia battibile solo con il vaccino e con i comportamenti, oltre ad un’organizzazione degli eventi che rispetti pienamente gli standard di sicurezza. Il nostro dossier è apprezzato e preso ad esempio, ciò ha permesso l’ampliamento degli ingressi quotidiani nella prima data. Abbiamo già dato prova di saper affrontare questo compito e ci impegneremo a fare ancor meglio».

Andrea Albani, direttore del circuito, si sta godendo qualche giorno di vacanza in Grecia, ma al telefono risponde con la solita gentilezza: «Tutto è maturato in pochi giorni attorno a Ferragosto. Dorna ha apprezzato la nostra capacità di gestire il Gp e gli organizzatori della gara di Porsche Cup Svizzera, prevista per il 23 ottobre, hanno capito l’importanza di un secondo Gp di moto. Cercheremo comunque di aiutare gli organizzatori della Porsche Cup a novembre».

Si pensava a una “doppietta” a fine settembre ma la necessità di essere tutti negli Stati Uniti al Cota per il 3 ottobre ha spinto Dorna a questa decisione: «Quello della MotoGp è un campionato mondiale, quindi gli organizzatori vogliono anche stare fuori dall’Europa e non c’erano i tempi per trasferire i materiali negli Usa in caso di doppio gran premio a Misano».

Il nome del secondo gp potrebbe essere “Emilia Romagna abbraccia Valentino Rossi”, invece dell’anglofono “Made in Italy Regione Emilia Romagna”: «Saranno i promotori istituzionali che ci affiancano a deciderlo: certo, stiamo collaborando con il Vr46 e con il fans club di Vale per rendere l’appuntamento storico e memorabile. Non dimentichiamo che vogliamo ricordare degnamente anche i 10 anni dalla scomparsa del Sic».

Per quanto riguarda i posti si parte da 23mila al giorno, ma potrebbero salire: «Partiamo da 23mila, ma si potrebbe arrivare anche a 50 mila a sedere, ma tutto dovrà essere fatto nel rispetto dei protocolli di sicurezza e con la massima serietà. Se il vaccino continua a ridimensionare il virus in Italia penseremo all’ipotesi 50mila: stiamo alle indicazioni che ci daranno le autorità sanitarie».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui