MotoGp, le maglie di Valentino Rossi in outlet, ma tirano sempre

È finito nell’outlet, ma tira ancora, come i Levis 501, gli anfibi della Doctor Marten’s, le Adidas Top Ten con gli inserti blu e rossi. Le magliette di Valentino Rossi a prezzi outlet sono la terra di mezzo tra la novità che tira (Bastianini, Bagnaia) e il vintage alla Troy Bayliss o alla Casey Stoner.

Ancora tutti per il 46

La terra di mezzo è un espositore di fronte alle tribune A, B e C, un freddo mini-elicottero che gira e te le propone a 15 o 20 euro. Eppure, se fermate un qualsiasi commesso delle bancarelle attorno a Misano e gli chiedete quale pilota tira di più nelle vendite, avrete la stessa risposta. “Valentino Rossi è quello che ci fa vendere di più”.

Appunto, Valentino fa vendere. Lo si dice da 25 anni e l’onda lunga continua. Così la Misano 2022 dei tifosi ricorda la dedica di un vecchio disco di Vinicio Capossela: “dedicato all’assenza di chi c’era e alla presenza di chi non c’era”.

Niente sfilata a Misano

Rossi è in Germania nel suo nuovo mondo fatto di corse di auto e quindi oggi niente eventi tipo sfilata sulla papamobile laica, in questo angolo di asfalto che continua a parlare solo di lui. Restano le ultime fiammate del merchandising, i giri di giostra postumi del più grande fenomeno dello show-business italiano applicato allo sport.

Ombrelli e bavaglini

Un tedescone si compra prudentemente un ombrello e sceglie quello di Valentino (30 euro, se interessa), prelevandolo dal bidone adagiato a fianco dei polsini e degli stickers di uno dei tanti shop Vr 46 che ancora resistono al tempo.

Nella bancarella accanto, non male nemmeno le felpe di Bastianini e Bagnaia, ma qui usciamo dall’outlet e il prezzo (90 euro l’una) ci ufficializza che siamo in settembre e il tempo dei saldi estivi è davvero finito. Se invece si vuole tornare a casa dall’autodromo con un pensiero per i più piccini, questo spendodromo di bancarelle propone body da neonato griffati Rossi a 25 euro, che è un prezzo da gioielleria, anche se la ragazza prova a difendere il prodotto come neanche Briatore: «È di cotone buono però».

In tema di infanti, più abbordabile il bavaglino Sic 58 (5 euro) e l’allegra coppia di succhiotti da poppante sempre targati Marco Simoncelli: 10 euro e te li porti a casa tutti e due.

Lo scaldacollo della Ducati e di Quartararo partono in griglia dalla stessa posizione (15 euro), mentre per gli stickers di Bastianini ne bastano 10, a riprova che il ragazzo deve farne di strada.

Carrello dei bolliti

Infine, non male il rapporto qualità-prezzo di Dovizioso: cappellini 15 euro, magliette (versione Ducati) tra i 15 e i 20 euro, giubbotti tra i 30 e i 50 euro. Per Dovi oggi siamo all’ultimo giro di giostra, l’anno prossimo il carrello dell’outlet è prenotato anche per lui. E in attesa dei dati di vendita del 2023 per il vintage di Dovizioso, Misano ha ufficializzato che Valentino Rossi sarà pure passato al carrello dell’outlet, ma non è ancora passato al carrello dei bolliti e chissà mai se ci finirà.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui