SPIELBERG – Un capolavoro dipinto alla curva 10, quella che introduce nel rettilineo finale, dell’ultimo giro regala un successo meraviglioso ad Andrea Dovizioso, che infila Marc Marquez là dove lo spagnolo non se lo sarebbe aspettato e tiene così un po’ aperto un Mondiale che senza la Ducati 04 sarebbe già chiuso a doppia mandata. Gp d’Austria bellissimo, caratterizzato, dalla prima all’ultima curva, dall’atteso duello Marquez-Dovizioso, che il forlivese ha vinto con merito: “Non riuscivo a frenare forte come Marquez – le parole di Dovizioso alla fine – e quindi mi sembrava impossibile riuscire a completare il sorpasso in quel punto. Però avevo una buona sensazione, mi sentivo molto forte in quel momento, quando siamo arrivato all’ultima curva e per questo ho voluto provarci. In passato ho perso occasioni per aver calcolato forse troppo, questa volta ho fatto qualcosa di folle e ha funzionato. Sono molto contento per il team e dedico la vittoria alla memoria di Luca Semprini (capo ufficio stampa morto a Brno alla vigilia del Gp della Repubblica Ceca, ndr)”.

Argomenti:

dovizioso

ducati

Gp d'Austria

Marquez

MotoGp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *