MotoGp, Giribuola lascia Bastianini e passa alla Ktm

Enea Bastianini rischia di perdere tutti i “pezzi buoni” per la sua Ducati del Gresini Racing, da qui alla fine dell’anno, per la scelta di un “pigiamino”. Stiamo parlando dell’ingegnere Alberto Giribuola, che guida il box del Bestia ed è soprannominato nell’ambiente appunto “Pigiamino” e dalla prossima stagione vestirà l’arancio della Ktm. Ipiemontese, che vive da diversi anni a Ravenna, ha accettato di passare in Ktm. È l’ingegnere capo che segue Enea dal suo arrivo in MotoGp, nel 2021, dopo aver vissuto tantissime stagioni al vertice a fianco di Andrea Dovizioso. Sono 14 anni che milita nelle file del marchio bolognese. Difficile ora che il Bestia possa ricevere le sue innovazioni più recenti, anche se la tecnica evolve in modo velocissimo. Come fare a affidare ad Enea le novità che vedremo sulla Gp23 se Giribuola fra qualche mese lavorerà in Ktm? «Mi spiace lasciare Enea – ha spiegato Giribuola durante il week-end di Misano – ma l’opportunità che mi ha offerto Ktm era davvero importante: una bella crescita dal punto di vista professionale. Curerò, infatti, tutte le MotoGp austriache, non solo quella di un pilota».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui