MotoGp, ecco il premio che riceverà Valentino Rossi

“Valentino Rossi è un simbolo del Made in Italy. Un campione, un’eccellenza che ha portato in alto, e nel mondo, il nome dell’Italia. Di lui siamo tutti fieri. Penso alle emozioni che ci ha regalato durante la sua carriera, a quel sentimento di orgoglio che suscita nei nostri connazionali. Valentino Rossi è un’icona e dobbiamo ringraziarlo per tutto quello che ha fatto e che farà per dare lustro al nostro Paese”, così il ministro Di Maio.

Eccolo il premio ‘Icona del Made in Italy nel mondo’ che domani, al termine della gara, il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio consegnerà a Valentino Rossi davanti al popolo della Riders’ Land.

Il Premio è un’autentica opera d’arte, come la carriera di Rossi, pensata da Aldo Drudi e realizzata da Barovier&Toso, la più antica vetreria al mondo, coi suoi Maestri che operano a Murano dal 1925. E’ stata realizzata con una lavorazione ‘a rostrato’ che associa l’iconografia classica legata al ‘46’, con nove rostri smaltati a mano in oro 24 carati.

La consegna avverrà in pista, davanti alla Tribuna Centrale, al termine del cerimoniale sportivo previsto dal programma ufficiale. Per motivi organizzativi non sarà possibile effettuarla ai piedi della Tribuna Brutapela come inizialmente previsto.

Domani le Frecce Tricolori

Inno nazionale e contemporaneo sorvolo delle Frecce Tricolori. Domani, pochi minuti prima delle 14, il Gran Premio Nolan del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna sarà introdotto da grandi emozioni.

Mentre risuoneranno le note dell’inno di Mameli, con la cantante lirica Tania Bussi, le Frecce Tricolori sorvoleranno Misano World Circuit, effettuando il loro caratteristico passaggio con nove velivoli MB-339PAN sulla griglia di partenza

Sarà un omaggio alla denominazione del Gran Premio, “Made in Italy e Emilia-Romagna”, il frutto di un percorso virtuoso che vede insieme Regione Emilia-Romagna, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Agenzia ICE (Italian Trade Agency).

Il 313° Gruppo Addestramento Acrobatico, questa la denominazione ufficiale delle Frecce Tricolori, è un Reparto di Volo dell’Aeronautica Militare costituito da circa 100 militari, cui è affidato il compito di rappresentare le capacità dell’intera Forza Armata.

Dal 1° marzo 1961, data della sua costituzione sulla Base Aerea di Rivolto (UD), la Pattuglia Acrobatica Nazionale ha l’onore di rappresentare, con le proprie spettacolari acrobazie aeree, gli oltre 40.000 uomini e donne dell’Aeronautica Militare e i valori che ogni giorno portano avanti: coesione, spirito di squadra, professionalità, dedizione e sacrificio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui