MotoGp, Dovizioso si migliora di mezzo secondo: oggi il gran finale

Andrea Dovizioso e l’Aprilia del Gresini Racing sembrano andare d’accordo e ieri il forlivese si è migliorato facendo segnare un 1’38”9 e abbassando il suo riscontro di lunedì di poco più di mezzo secondo. Al primo contatto con la Rs-Gp, Dovi aveva stampato un 1’39”5 e conoscendo il pilota, il riferimento cronometrico, in questi primi due giorni di presa di contatto, è stato assolutamente secondario. Oggi, nel terzo giorno di prove, proverà sicuramente a fare meglio e sapremo anche da Aprilia come è stata valutata questa uscita. Intanto, ecco le impressioni del manager di Dovizioso, Simone Battistella, che con la consueta gentilezza ha fatto il punto della situazione senza sbilanciarsi troppo. «Oggi (ieri ndr) credo abbia girato in 1’38”9 e penso si stia trovando bene».

Impossibile non chiedergli lumi sul futuro, ma il condizionale e il vago sono d’obbligo. «Per ora abbiamo un accordo solo per fare dei test e pensiamo a questi» ribadisce. Difficile crederlo, come è difficile credere che Battistella sia al lavoro solo per mettere a punto un 2021 da collaudatore e un rientro in sella da pilota ufficiale nel 2022.

Ma se il test andrà bene ed Aprilia chiederà inevitabilmente a Dovizioso di scendere in pista al più presto, che senso avrebbe aspettare il 2022? «Non lo so – risponde il manager – non lo so davvero. E’ presto per parlarne».

Una porta che parrebbe spalancata ad una possibile sorpresa attesa da tanti tifosi. Intanto, in pista, Andrea sta scoprendo forse un nuovo amore e il vederlo rientrare in Aprilia presto, non sarebbe utopia. Tenere fermo un pilota di 35 anni non ha alcun senso. Ad Aprilia serve Dovizioso e la Rs-Gp sembra essere un mezzo in grado di dare ancora motivazioni al forlivese. Se oggi scendesse sotto l’1’38 sarerebbe davvero difficile non celebrare il “matrimonio”. Ricordiamo che Aleix Espargaro, pilota titolare Aprilia velocissimo sul giro secco, qui ha fatto segnare, nella tre giorni di test a metà febbraio, un 1’37”4, mentre Dovizioso, con la Ducati nelle prove del Gp 2020, si era fermato a 1’37”5, con gomme da tempo. Chissà che questo mese di aprile, oltre a restituirci Marc Marquez atteso in pista nel fine settimana al terzo Gp stagionale di Portimao, non ci porti anche il rientro di Dovizioso.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui