MotoGp, Dovizioso: il futuro resta avvolto nel mistero

Non sono uscite note ufficiali di Aprilia alla fine della due giorni di test di Andrea Dovizioso ad Aragon. Pare strano, anzi stranissimo, ma forse è il frutto di un momento del mercato delicatissimo. Ci sono 5 motociclette in bilico: 2 Yamaha presumibilmente del team Petronas (Franco Morbidelli andrà in quello ufficiale insieme a Fabio Quartararo), una Aprilia del team ufficiale, per cui si cercano Maverick Viñales e Andrea Dovizioso in seconda battuta, una Ducati del team Aramco Vr46 (il primo pilota è Luca Marini, lo sponsor arabo e la Ducati vorrebbero Valentino Rossi o lo stesso Viñales), oltre ad una delle Ktm del team Tech 3, destinata a Raul Fernandez, se vorrà passare dalla Moto2, o al ballottaggio fra Petrucci-Lecuona, in sub ordine.

Dovi può interessare a Yamaha, anche se Petronas vuole un giovane e ad Aprilia, se decide che fare. Il team malese vorrebbe dei giovani, però la scelta è povera: Joe Roberts, nel pallone in questo 2021, Xavi Vierge o Marcel Schrotter, lontani dalla vittoria. Dovi aveva un accordo per fare alcuni test con la RsGp, mentre Aprilia lo corteggiava. Difficile capirci qualche cosa, anche perché Mav ha sconvolto tanti piani. Adesso Andrea gira, ma con quale scopo? Difficile essere il pilota 2022 a fianco di Aleix Espargaro e forse costa troppo come collaudatore.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui