La risposta più bella a una delle settimane più intense della sua carriera. Andrea Dovizioso trionfa in Austria e si regala una domenica da favola. Anche la gara della MotoGp è stata condizionata da uno spettacolare e spaventoso incidente che poteva avere ripercussioni gravissime, soprattutto per un simbolo dello sport italiano come Valentino Rossi. La corsa è stata sospesa per un terribile impatto tra Zarco e Morbidelli, con le moto dei due che rientrano in pista e sfiorano come due missili la Yamaha di Valentino Rossi che li precedeva e stava curvando. Al momento della sospensione, stava guidando la gara Pol Espargaro tallonato da un Dovizioso che si era liberato di Jack Miller (in testa nei primi sette giri) e di un ottimo Joan Mir. Si riparte con una gara ridotta da 20 giri e alla nuova partenza ecco Miller, Espargaro e Dovizioso nelle prime tre posizioni. Il forlivese ha la carica dei giorni migliori e supera Miller, mentre Rins finisce vittima della sua eccessiva foga e cade a terra. Il motivatissimo Dovi spinge inseguito da Miller e Mir, che alla fine si scambieranno le posizioni: secondo Mir, terzo Miller. Quarto Binder che salva la Ktm dopo il contatto suicida fra Pol Espargaro e Oliveira. Crollano i giovani leoni Yamaha: Viñales 10° e Quartararo 8°, con il vecchio Vale che tiene su la baracca con un ottimo 5° posto.

Argomenti:

andrea dovizioso

Gp Austria

MotpGp

valentino rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *