MotoGp, Bezzecchi scopre la Ducati e riecco Savadori nei test

Parte la stagione 2022 con due giorni di test MotoGP a Valencia. Ieri e lunedì è toccato ai collaudatori, compreso Lorenzo Savadori, tornato in sella dopo l’infortunio patito nelle prove del sabato del primo gp a Misano, quello della Repubblica di San Marino e della Riviera di Rimini. Oggi Marco Bezzecchi scoprirà la sua nuova Ducati Gp, mentre Andrea Dovizioso avrà la M1 ufficiale ed Enea Bastianini la rossa di…questo 2021. Già perché il riminese, che passa al Gresini Racing, troverà un mezzo nuovo: un usato sicuro: «La moto che userò il prossimo anno è la 2021. Avrò modo di conoscerla in due giorni di test e per imparare a lavorare con la nuova squadra, anche se ormai conosco tutto. Sono curioso di capire cosa cambia rispetto a quella che ho usato quest’anno. Con me porto i due tecnici che avevo in Avintia e con cui mi trovo benissimo. Siamo un bel team ed abbiamo una bella squadra».

Per Dovi sarà la prima presa di contatto con la M1 specifica “A” che spetta agli ufficiali e potrà vedere quanto migliora il mezzo che ha scoperto in questo finale di campionato, mentre per Bezz sarà tutto un mondo nuovo. Prima dei titolari sono scesi in pista i collaudatori, per una due giorni importante. Sava, con la RsGP, ha fatto segnare, lunedì, un 1’39”247, con Cal Crutchlow e la Yamaha più rapidi di tutti in 1’38”161; davanti a Stefan Bradl (Honda), in 1’38”486; Dani Pedrosa (Ktm) in 1’38”627; e Sylvain Guintoli (Suzuki) in 1’39”015. Crono di circa 10” più lenti di quelli fatti segnare nelle libere di venerdì scorso. In pista anche Michele Pirro, con Ducati, ma senza riferimenti cronometrici.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui